Estintore

Categoria: Archivio Macchine Industriali
Tag:
Condividi:

Sono generalmente installati a bordo di navi o aerei, soprattutto in luoghi non facilmente accessibili. Il loro funziona­mento è automatico e viene comandato da dispositivi (per es., lamine bimetalliche o cellule fotoelettriche) che rilevano aumenti di temperatura nell’ambiente, presenza di fumo ecc. Talvolta vengono detti estintori anche gli impianti automatici (sprinklers) per l’estinzione di incendi su aree vaste, costituiti essenzialmente da una rete di tubazioni contenenti acqua sotto pressione, che viene spruzzata nell’ambiente da proteggere quando si verifica un principio di incendio.

Gli estintori sono formati sostanzialmente di una bombola in cui il mezzo estinguente viene caricato direttamente sotto pressione se si tratta di un gas (generalmente liquefatto) oppure in mescolanza con un gas propellente se si tratta di una polvere. Per estinguere un incendio occorre proiettare alla base delle fiamme mezzi estinguenti capaci di creare un’atmosfera inerte così da impedire la combustione ed eventualmente sottrarre calore in seguito all’evaporazione. Secondo il mezzo estinguente usato, si hanno estintori ad anidride carbonica (biossido di carbonio C02), a liquidi alogenati, a schiuma chimica, ad acqua nebulizzata, a polvere chimica (questi ultimi detti anche a secco).

Di seguito un elenco delle tipologie di estintori esistenti in commercio:

Estintori ad anidridide carbonica:

  • Funzionamento: l’anidride carbonica, contenuta nella  bombola alla pressione di ca 70 atm, viene proiettata all’esterno mediante una valvola a leva e si solidifica formando neve carbonica, che asporta calore e sottrae il materiale in combustioneall’azione dell’ossigeno atmosferico.
  • Impiego: ottimi in ambienti chiusi, anche con apparecchiature elettriche, sono poco efficaci all’aperto.

Estintori a liquidi alogenati:

  • Funzionamento: contengono alogenoderivati organici liquidi ( tetracloruro di carbonio, clorobromometano ecc. ), con la proprietà di interrompere la reazione a catena di combustione, e azoto alla pressione di ca 15 atm come propellente.
  • Impiego: si prestano ottimamente negli incendi di lacche, vernici, benzina, apparecchiature elettriche.

Estintori a schiuma chimica:

  • Funzionamento:contengono una carica di natura basica e,in una fiala separata, il reagente acido; al momento dell’uso la fiala acida viene rotta e dalla reazione dei due componenti si forma una schiuma che copre il materiale combustibile sottraendolo all’azione dell’ossigeno atmosferico.
  • Impiego: sono adatti negli incendi dì combustìbili solidi, lacche, vernici, benzina; nonsi prestano con i combustibili gassosi e non possono essere usati con apparecchiature elettriche per la conducibilità della schiuma.

Estintori ad acqua nebulizzata:

  • Funzionamento: sottraggono calore alle fiamme per  evaporazione.
  • Impiego: molto efficaci solo con combustibili solidi.

Estintori a polvere chimica:

  • Funzionamento: contengono una carica di bicarbonato sodico, cloruro sodico o fosfato  d’ammonio, miscelata con un propellente (azoto a 12-14 atm, o C02) in una bombolina ad alta pressione;
  • Impiego: si prestano a estinguere ogni tipo di incendio.
Publicato: 2010-04-03Da: Redazione

Potrebbe interessarti

La scienza e l'arte delle creme corpo per le donne

Questo articolo approfondisce il mondo delle creme di bellezza per il corpo per le donne, esplorando metodi dermatologicamente testati, vantaggi, rischi potenziali e chiavi per comprendere le tendenze geografiche di utilizzo.

2024-06-26Redazione

L'ascesa delle creme di bellezza per il corpo maschile: vantaggi, rischi e innovazioni

Esplora il mondo in evoluzione delle creme di bellezza per il corpo maschile, descrivendo in dettaglio metodi, trattamenti dermatologicamente testati e le ultime innovazioni sul mercato. Comprendi le tendenze regionali e le migliori offerte disponibili.

2024-06-26Redazione

Esplorando il mondo delle creme di bellezza per il viso per le donne: vantaggi, rischi e ricerca emergente

Questo articolo approfondisce il regno sfaccettato delle creme di bellezza per il viso per le donne, esaminando metodi dermatologicamente testati, descrivendo dettagliatamente benefici e potenziali effetti collaterali ed esplorando nuove ricerche e tendenze di mercato.

2024-06-26Redazione

Svelare i segreti delle creme per il viso da uomo: vantaggi, svantaggi e ricerche emergenti

Scopri come le creme di bellezza per il viso per uomo stanno plasmando la moderna cura della pelle, i loro metodi dermatologicamente testati, i vantaggi e gli svantaggi, insieme a nuove e convincenti direzioni di ricerca.

2024-06-26Redazione