Soggiorno

Categoria: Archivio Casa
Tag:
Condividi:

Soggiorno

Se si considera l’arredamento della propria casa come inscindibile unione tra confort e buon gusto, allora il soggiorno rappresenta il biglietto da visita dell’intera abitazione. Qualunque sia la funzione alla quale s’intende adibirlo, importantissima è la scelta dello stile che lo caratterizzi.

Gestione degli spazi

Che lo si sfrutti come sala da pranzo, come luogo atto al relax, punto di gioco, sala d’accoglienza oppure perché no da lavoro, il soggiorno è uno spazio importante della casa che merita ampio riguardo. Renderlo funzionale ad ogni necessità del singolo e della famiglia, non è facile. Riuscire a conciliare i gusti di marito e moglie molto spesso risulta difficile ancor più che trovare qualcosa compatibile col portafoglio. Al di là di quelle che sono le scelte personali più o meno discutibili impartite dal gusto, è oggettivamente importante considerare la gestione degli spazi.

Talvolta è possibile acquistare i mobili più belli in circolazione eppure in una determinata stanza, in un particolare contesto, possono non essere valorizzati e risultare sbagliati. Capita a volte di eccedere tra mobili, oggetti, tappeti, ed arricchimenti vari. Il risultato è inevitabilmente un vano che risulta "affogato", privo degli spazi necessari per essere abitabile. Uno degli errori più comuni è quello che investe il classico tavolino porta oggetti. Generalmente stracolmo d’oggettistica d’ogni tipo ( tra cui di comune bomboniere, cornici, vasetti, posa cenere, riviste, ecc.), viene erroneamente collocato a pochi millimetri dal divano.

Ciò causa nella migliore delle ipotesi slalom da Missione Impossibile per far accomodare gli ospiti e, qualora si sia particolarmente fortunati, reazioni a catena tra l’oggettistica sul tavolino situata. Spesso la collocazione del tavolino così ravvicinata è una scelta obbligata a causa delle dimensioni della stanza, eppure nasce spontaneo chiedersi "non era meglio farne a meno?".

Questo è il più lampante degli esempi che è possibile fare, eppure chissà quanti altri ne affiorano in mente a tutte le casalinghe che si ritrovano a dover fare traslochi infiniti ogni qual volta devono pulire i pavimenti. Nasce dunque la necessità di riconoscere, al momento della scelta o anche a seguito di ripensamenti, gli elementi necessari e quelli di troppo. Solamente così l’arredamento potrà avere un senso compito.

Scelta dello stile

Ciò che tanto può parere scontato, talvolta è il peggiore degli errori che comunemente avvengono. Se si chiedesse "che ci fa un piattino pregiato di porcellana in una baracca fatiscente?", in molti risponderebbero "niente" o "non lo so". Ebbene allo stesso modo poco senso hanno in termini di arredamento accostamenti stilistici discordanti tra loro. Una casa con una camera da letto con mobili antichi ed un soggiorno con le ultime offerte della modernità, evidentemente è una casa che fa a botte con se stessa.

Dei mobili che presi singolarmente appaiono belli e raffinati, in una casa con altro stile diventano di pessimo gusto. Ciò che non va assolutamente dimenticato, in nessun caso, è che ogni oggetto va considerato nel contesto in cui esso andrà inserito. Non si può prescindere da questo. Arredare una casa non è un operazione semplice, ma d’altronde non è neanche obbligatorio rivolgersi a specialisti del design. L’importante è rimanere coerenti con le proprie idee e non cambiare scelta a metà dell’opera. Insomma, una volta acquistato un mobile in una determinata maniera da esso dovremo prendere spunto per tutti gli altri della stessa casa, inevitabilmente.

Certe volte anche piccole variazioni stilistiche (e non solo quelle lampanti precedentemente descritte) possono concorrere ad una malriuscita dell’arredamento. Anche all’interno della stessa stanza possono incorrere contraddizioni, su un arredamento particolarmente hi-tech è facile che stonino oggettistiche classicheggianti. Se non si vuole essere condizionati dall’arredamento allora è preferibile scegliere qualcosa di adattabile e quasi neutrale. Puntare sulla semplicità, linee lunghe e materiali di buona qualità, è sempre una scelta vincente.

È un po’ come scegliere di andare sul sicuro, ciò che conta è avere le idee chiare ed una visione globale sin dall’inizio. Un conto è volere che l’arredamento rispecchi, per quanto possibile, la personalità di chi ci vive un altro è realizzare una pessima composizione per il gusto di aggiungere "di tutto un po’".

Affidarsi al minimalismo

Un buon modo per risparmiare, ma soprattutto un apprezzabile scelta stilistica, è di sicuro il minimalismo. Minimalismo vuol dire scegliere di arredare tramite pochi mobili, giusto l’essenziale. Un divano, una parete attrezzata ed un tavolino, non un pezzo in più. Il tutto nasce da un gioco di colori e modernismo, che non tutti sanno apprezzare ma che di certo ha in se una coraggiosa scelta.

All’inno del "pochi ma buoni" si può scegliere d’arredare il proprio soggiorno con un numero limitato di mobili. Le mentalità più tradizionali aborriscono questo tipo di scelte, ritenendole scarne ed eccessivamente asettiche. A ciò spesso si preferiscono arredamenti vistosi e ricchi d’appesantimenti voluttuosi. Eppure, in beffa alle idee più classiche, il minimalismo si fa strada con determinazione tra gli arredatori più audaci e moderni. In favore di questo tipo di scelta vi è la possibilità di valorizzare gli spazi naturali della stanza.

Evitando mobili pesanti che occupano molto spazio, il vano si riscopre più luminoso ed ampio lasciando campo alla vivibilità. Particolarmente adatto ad ambienti caratterizzati da infissi spaziosi e soffitti non molto alti, può essere un ottima soluzione per impreziosire appartamenti di modeste dimensioni. Tra gli elementi entro la quale scegliere è possibile annoverare pannelli porta tv, librerie (collocabili in verticale oppure in orizzontale), cassettiere, tavoli porta riviste, sedie, poltroncine, tappeti, moquette , ecc.

L’importante è saper accostare gli elementi nel modo giusto, giocando con colori e contrasti, sfruttando il bello della semplicità. Inoltre, tale tipo d’arredamento pare accostarsi bene a tutta l’abitazione. Meritevoli di nota sono anche le camere da letto composte da pochi elementi quali un letto (generalmente basso, orientaleggiante), comodini semplici a tinta unita accostati ad abatjour magari in carta di riso.

Se dovesse insorgere la necessità di riempire pareti eccessivamente vuote, ci si può avvalere di quadri, plafoniere, piccoli dettagli bastano ad armonizzare l’ambiente rendendolo pressoché perfetto.

Guida all’acquisto del soggiorno

Acquistare elementi d’arredamento è sempre un lavoro arduo. Si tratta chiaramente di spese impegnative, che comunemente capita d’effettuare poche volte nella vita. Che si tratti d’arredare un appartamento appena acquisito oppure di rimodernare l’abitazione di sempre, molto spesso si parte proprio dal salotto. Il perché è semplice da comprendere: si tratta di un vano essenziale, che caratterizza gran parte dell’abitazione.

Lì si accolgono gli ospiti, lì si è soliti mangiare o trascorrere buona parte del tempo libero. Ciò fa si evidentemente che venga riconosciuto come elemento essenziale per la vita in casa. Il mercato offre una vasta gamma di mobili tra cui scegliere, ma spesso non ci si può concedere quel che si vorrebbe. Gusto e portafoglio diventano due fattori da conciliare necessariamente, per questa ragione è fondamentale essere consapevoli e attenti al momento dell’acquisto. È consigliabile visitare diversi negozi prima di prendere decisioni affrettate, concedetevi tutto il tempo della quale avete bisogno.

Una volta presa coscienza dei prezzi in circolazione è necessario determinare il budget da stanziare per l’arredamento complessivo del soggiorno. Le dimensioni da riempire condizionano di gran lunga il costo dell’arredamento, per cui presentatevi muniti di metro per effettuare i preventivi corrispondenti alle effettive necessità. Solo a questo punto sarete in grado d’effettuare una scelta il più possibile oculata. Concentratevi sugli elementi importanti senza distrarvi troppo su dettagli di poca importanza che di certo si possono considerare con calma in secondo momento. Cercate sempre di tener conto della funzionalità dell’oggetto.

Tavoli troppo lunghi possono essere comodi per famiglie numerose, inutili per le famiglie ristrette. I divani sono bellissimi e ricchi di modelli e varietà, ma se avete bambini piccoli potete aspettarvi che essi vadano in contro a probabili rischi di danneggiamento. È dunque sconsigliabile scegliere tessuti troppo delicati contando di ripararli con protezioni in plastica trasparente (orribili, effetto ospedale assicurato).

Accessori

Una volta scelto ed acquistato l’arredamento del soggiorno, è possibile tirare un sospiro di sollievo, il peggio è passato. Ma l’opera non è ancora del tutto compiuta. La stanza risulta già molto diversa dopo che al suo interno sono collocati mobili, divano, tavolo, tv, o quel che avete scelto. La reale cognizione di quel che si è scelto avviene compiutamente solo quando ogni cosa è al suo posto e ci si può fermare ad apprezzare la scelta effettuata. A questo punto, comincia l’aspetto forse più divertente dell’arredare, la scoperta del dettaglio.

Ciò che a primo colpo coglie l’attenzione dell’ospite o è un dettaglio ben riuscito ed apprezzato oppure la cosa più brutta che l’occhio del vostro amico è riuscito a rilevare. In questi casi non ci sono vie di mezzo. Ciò che fa la differenza tra un soggiorno armonico e di buon gusto sono anche gli accessori che rappresentano quel tocco in più, su quel sottile confine tra esagerazione e delicatezza. Ciò che facilmente concilia i gusti personali e l’arredamento sono sicuramente i quadri. L’arte comprende una così vasta raccolta di opere che è praticamente impossibile non trovare qualcosa che stuzzichi il vostro interesse.

Dietro ad un bel divano, in una stanza con un bel mobilio moderno o essenziale, non c’è niente di meglio che una parete impreziosita con quadri dalle forme ampie ma dai contenuti stilizzati. Possano persino essere macchie di colore o stampe ad effetto, esse si adegueranno perfettamente ed armonicamente a tutto il resto. Domando ancor più colore e luminosità alla stanza. Per adeguarsi ad uno stile classico, tradizionale o antico, si va sempre sul sicuro con delle madonne giovani magari esposte ancor di più con cornici importanti ed intarsiate i cui colori siano compatibili a quelli del legno del mobile o del divano.

Mobili antichi

Un gusto immutato negli anni che a tutt’oggi può vantare numerosissimi fan anche, curiosamente, tra le coppie più giovani. Si potrebbe pensare che al giorno d’oggi, con le tecnologie che avanzano e la modernità che stravolge ogni ambito, i mobili antichi cadano in disuso. Ciò non è affatto vero anzi, in reazione a questo "eccesso di modernità", da molti ritenuto inutile ostentamento di forme spigolose e fredde, ci sono molte persone che rispondono con una voglia di ritorno al passato.

Un po’ come se si volessero riscoprire gli ambienti accoglienti di una volta, racchiusi tra vistose cristalliere con intarsiature in legno e librerie antiche e dai contorni pesanti e marcati. Eleganza e pregio d’altri tempi, nella riscoperta di antichi valori che non devono svanire. Cassettiere corpose ed intarsiature ricercate, armadi dalle vaste ante, specchiere dalle curve baroccheggianti e ricche, divani in stile impero . questo è quanto in molti desiderano per il proprio appartamento. Un soggiorno classico, antico, che abbia in se il gusto del vissuto.

Si cerca nel mobile una ricchezza ed un valore dato dalla ricercatezza dei materiali, che diano in senso di valore che solo un pezzo fatto a mano ti può dare. In una società che sempre più predilige la semplicità e l’immediatezza, insorgono contrastanti prese di posizione. Gusti così distanti che sembrano appartenere ad epoche a cento anni di differenza. Difficile è riconoscere quale stile sia migliore, si può solo scegliere da quale parte schierarsi il base al proprio gusto.

Sta di fatto però che uno stile così sposa benissimo un certo tipo d’appartamento, che possono essere le case con soffitti molto alti e arcate, fregi, ecc. ma soprattutto certe volte si rende essenziale, per non spezzare l’alone di magia che alcuni ambienti devono conservare. Si pensi ad esempio a delle cascine o delle ville non di recente realizzazione, tali ambienti con un arredamento moderno risulterebbero profanati. Si rivela dunque importante riconoscere quando sia il caso di ricorrere ad un mobilio prezioso, ricercato e ricco quale quello antico.

Publicato: 2010-04-03Da: Redazione

Potrebbe interessarti

La scienza e l'arte delle creme corpo per le donne

Questo articolo approfondisce il mondo delle creme di bellezza per il corpo per le donne, esplorando metodi dermatologicamente testati, vantaggi, rischi potenziali e chiavi per comprendere le tendenze geografiche di utilizzo.

2024-06-26Redazione

L'ascesa delle creme di bellezza per il corpo maschile: vantaggi, rischi e innovazioni

Esplora il mondo in evoluzione delle creme di bellezza per il corpo maschile, descrivendo in dettaglio metodi, trattamenti dermatologicamente testati e le ultime innovazioni sul mercato. Comprendi le tendenze regionali e le migliori offerte disponibili.

2024-06-26Redazione

Esplorando il mondo delle creme di bellezza per il viso per le donne: vantaggi, rischi e ricerca emergente

Questo articolo approfondisce il regno sfaccettato delle creme di bellezza per il viso per le donne, esaminando metodi dermatologicamente testati, descrivendo dettagliatamente benefici e potenziali effetti collaterali ed esplorando nuove ricerche e tendenze di mercato.

2024-06-26Redazione

Svelare i segreti delle creme per il viso da uomo: vantaggi, svantaggi e ricerche emergenti

Scopri come le creme di bellezza per il viso per uomo stanno plasmando la moderna cura della pelle, i loro metodi dermatologicamente testati, i vantaggi e gli svantaggi, insieme a nuove e convincenti direzioni di ricerca.

2024-06-26Redazione