Pentole a pressione

Categoria: Archivio Cucina
Tag:
Condividi:

Utilizzo e sicurezza delle pentole a pressione

Le pentole a pressione sono utilissimi utensili da cucina che sfruttano le elevate temperature generate al proprio interno per cuocere in modo veloce i cibi. I primi, semplici prototipi di pentola a pressione risalgono addirittura al XVII secolo, quando l’inventore francese Denis Papin mise a punto e depositò il brevetto per un dispositivo battezzato come “digestore a vapore” in grado di rendere “…digeribili molte quantità di cibi, tra cui le carni più dure…”.

Il funzionamento di una pentola a pressione si basa su un fondamentale principio fisico legato alla temperatura di ebollizione dell’acqua che, contrariamente a quanto si possa pensare, non è sempre di 100°C, ma variabile in funzione della pressione atmosferica. In presenza di elevata pressione l’acqua bolle infatti a temperature superiori ai 100°C e questo di notevole calore interno, non raggiungibile mediante l’utilizzo di pentole tradizionali, consente una cottura più veloce dei cibi.

Le pentole a pressione sono ancora considerate da qualcuno come potenziali “bombe” in grado di esplodere da un momento all’altro. È bene precisare che si tratta di un pericolo davvero senza fondamento, dal momento che a livello europeo le pentole a pressione devono rispettare la normativa europea UNI EN 12778 “Articoli per cottura – Pentole a pressione per uso domestico” obbligatoria in materia di sicurezza.

Questa norma stabilisce parametri molto rigidi nei confronti delle caratteristiche dei materiali impiegati per la costruzione delle pentole a pressione, della qualità dei manici (resistenti sino ad almeno 90°C), del design (privo di spigoli vivi e che consenta la facile pulizia della pentola) e dei dispositivi di sicurezza associati alla pentola (indicatore di pressione, sistema di controllo che permetta la fuoriuscita di vapore in caso di eccesso di pressione, meccanismo di decompressione che permetta lo sfiato graduale del vapore, dispositivo di sicurezza che orienti il getto di pressione lontano dall’utilizzatore).

Le pentole a pressione che rispondono alla normativa UNI EN 12778 sono chiaramente marcate con questa dicitura, e devono essere corredate del relativo manuale di istruzioni.

Caratteristiche

Una tipica pentola a pressione altro non è che una pentola dotata di un particolare coperchio a chiusura ermetica. Questo coperchio viene incastrato all’interno del bordo della pentola stessa mediante una leva ed un sistema di rientranze che garantiscono il perfetto incastrarsi delle due componenti.

Sia la pentola che il coperchio sono in genere di acciaio inox e presentano un fondo temperato il cui spessore è variabile. La pentola a pressione è munita di manici fabbricati con materiali resistenti al calore, che permettono all’utilizzatore di manipolarla senza il rischio di scottarsi.

Il coperchio delle pentole a pressione è munito di un meccanismo di funzionamento rappresentato da una valvola che può essere aperta e chiusa per permettere il passaggio o meno di vapore, e da un dispositivo di sicurezza che consente lo sfiato automatico in caso di eccessiva pressione interna. Le pentole a pressione possono essere di svariate forme e capienze, ma in genere è sufficiente acquistare un solo coperchio perché, all’interno della medesima batteria, questo è perfettamente intercambiabile fra le diverse pentole.

Fra i principali accessori disponibili in commercio per questa particolare tipologia di pentole, i principali sono rappresentati da cestello, griglia e scodello. Il cestello è un dispositivo atto a contenere i cibi che si desiderano cuocere a vapore e che viene collocato ad una certa distanza dal fondo della pentola. La sua forma assomiglia molto a quella di uno scolapasta, essendo forato e dotato di piedini per l’appoggio.

La griglia permette anch’essa una separazione dei cibi dal fondo, e consente ad esempio di cucinare alimenti delicati come il pesce che verrebbero rovinati dal contatto diretto con la parte inferiore della pentola. Questo accessorio unisce anche il vantaggio di permettere ai grassi sprigionati dal cibo di depositarsi sul fondo della pentola, consentendo la preparazione di piatti a ridotto tenore di lipidi.

Lo scodello, infine, è un accessorio poco diffuso ma di grande utilità: è simile, come del resto dice il nome, ad una ciotola dotata di coperchio e viene collocato all’interno della pentola a pressione. Ponendo un po’ di acqua sul fondo della pentola, lo scodello consente una cottura molto simile al bagnomaria che permette di preparare budini, creme e sformati.

Quali cibi cucinare con la pentola a pressione

Mediante l’utilizzo della pentola a pressione è possibile cucinare un’ampia gamma di cibi anche se non tutti, come vedremo in seguito, si prestano a questo tipo di cottura.

Fra i cibi che garantiscono i migliori risultati finali troviamo i legumi come ad esempio fagioli, ceci, cicerchie e lenticchie, che normalmente possono richiedere cotture piuttosto lunghe (anche di un paio d’ore), tempi che vengono ampiamente ridotti dai sistemi a pressione. Le patate si possono cuocere ottimamente in pentola a pressione, così come la maggior parte delle verdure (carciofi, fagiolini, fave, cavoli, finocchi, zucca, peperoni…) sia intere che sotto forma di passati e minestre.

Anche la preparazione dei cereali è facilitata e velocizzata se si utilizzano sistemi a pressione; con questo sistema si possono ad esempio preparare zuppe di farro, orzo ed altri cereali, ma anche diversi tipi di risotto. Qualcuno fra i meno tradizionalisti utilizza la pentola a pressione anche per preparare la polenta, che normalmente richiederebbe tempi di cottura di almeno un’ora e mezza.

Le pietanze a base di carne che in genere impiegano molto tempo per cuocere possono essere efficacemente preparate in pentola a pressione. Ecco che dunque bolliti, spezzatini, arrosti, brasati e stufati risultano ottimi con questo metodo, avendo però l’accortezza di aggiungere gli altri ingredienti (come ad esempio i diversi tipi di verdura) in tempi successivi, per evitare che questi ultimi si cuociano eccessivamente.

La cottura mediante pentola a pressione è indicata anche per diversi tipi di molluschi, pesci o frutti di mare. Le specie più indicate sono quelle che presentano una consistenza più coriacea come, ad esempio, seppie, totani, polpi, seppioline; prestando molta attenzione ai tempi di cottura, è possibile anche cucinare filetti di pesce o zuppe di mare.

Anche se per alcuni potrà risultare sorprendente, con il sistema a pressione è possibile anche dedicarsi alla preparazione di ottimi dolci come budini o crème caramel.

La pentola a pressione, dunque, è un accessorio che non dovrebbe mancare in nessuna cucina perché pratico, veloce e decisamente multiuso.

Vantaggi e svantaggi

Senza dubbio il vantaggio per il quale le pentole a pressione sono tanto apprezzate in cucina è il notevole risparmio di tempo. Ridurre i tempi necessari per la cottura dei cibi non è solo un fattore estremamente vantaggioso dal punto di vista pratico, ma consente anche un rilevante risparmio di energia. Grazie alla loro grande efficienza nella conservazione del calore interno, le pentole a pressione inoltre possono essere mantenute in temperatura anche con intensità di fuoco molto basse.

Poiché con l’innalzarsi della quota l’acqua raggiunge il punto di ebollizione a temperature via via inferiori a causa della progressiva rarefazione dell’aria, le pentole a pressione sono senza dubbio un accessorio da cucina che non può mancare nelle zone di montagna. Le elevate temperature associate alla cottura a pressione sono utili per eliminare composti termolabili come gli eterosidi (sostanze tossiche) e gli oligosaccaridi (responsabili delle fermentazioni intestinali indesiderate) tipicamente presenti nei legumi crudi.

Parlando degli svantaggi legati alla cottura mediante pentole a pressione, uno dei principali è rappresentato dalla degenerazione dei principi nutritivi causato dalle elevate temperature. La termolabilità di sostanze come, ad esempio, la vitamina C contenuta nelle verdure è indubbia, ma come del resto molti nutrizionisti ricordano, la principale fonte di questo elemento nutritivo è rappresentata dalla frutta (cruda).

Fra gli altri svantaggi delle pentole a pressione va ricordato anche il fatto che non è possibile utilizzare questo particolare metodo di cottura per tutti i cibi. Ad esempio la pastasciutta – che cuoce in pochi minuti – andrebbe comunque preparata mediante l’utilizzo di una pentola tradizionale, poiché è difficile calcolare i tempi di cottura esatti e il rischio di farla scuocere è elevato.

La pentola a pressione non va utilizzata nel caso di prodotti che si degradano fortemente con il calore, come ad esempio l’olio di semi di girasole che ha un punto di fumo molto basso e si altera già alle temperature di 110 °C.

Migliori marche

Per l’acquisto di una pentola a pressione vale senza dubbio la pena scegliere un prodotto di fascia superiore, di qualità e sicurezza certificate, e possibilmente corredato di garanzia. La ricerca di un risparmio a tutti i costi può infatti concludersi con l’acquisto di un prodotto di scarsa qualità, che più rapidamente può rovinarsi e vedere diminuita la sua efficienza di cottura.

Di seguito è riportata una selezione delle principali aziende produttrici di pentole a pressione, fra le migliori per affidabilità e qualità.

  • Lagostina è una solida azienda italiana fondata nel 1901 a Omegna, paese della provincia del Verbano Cusio Ossola. Questa azienda è specializzata nella produzione e nel commercio di una vasta gamma di prodotti relativi al mondo della cucina: caffettiere, utensili, posate, con il fiore all’occhiello rappresentato dalle pentole di ottima qualità. Le pentole a pressione di marca Lagostina sono di fascia superiore, disponibili in numerosi modelli e dimensioni, e corredate di utili accessori.
  • La storica azienda italiana Barazzoni vede affondare le sue radici storiche nel lontano 1903, e da oltre un secolo realizza pentole di eccellente qualità utilizzando i migliori acciai inox, con prodotti caratterizzati da design elegante e funzionale, ottime rifiniture e la garanzia di una lunga durata nel tempo. Attualmente il gruppo Barazzoni è una bandiera dell’eccellenza del Made in Italy nel mondo, con una presenza attiva in ben 80 Paesi.
  • La Fissler GmbH è un’azienda tedesca che dal 1845 si dedica alla produzione di pentole caratterizzate da un design unico “Made in Germany”, vera e propria garanzia di funzionalità ed eccellente qualità. Questa azienda può vantarsi una storia di oltre 165 anni, concretizzata in un patrimonio di conoscenze tecnologiche avanzate che rende le pentole Fissler in grado di soddisfare anche le richieste dei clienti più esigenti. Ogni pentola a pressione prodotta da questa azienda leader è certificata secondo un Sistema di Management della Qualità, che ne certifica la conformità nei confronti della specifica normativa europea di qualità DIN EN ISO 9001.

Dove acquistare

Per l’acquisto di una pentola a pressione si può scegliere fra due opzioni altrettanto valide: recarsi presso un punto vendita specializzato nel commercio di prodotti per la cucina, oppure effettuare i propri acquisti direttamente mediante i siti internet delle aziende produttrici o tramite i siti generalisti di e-commerce.

Visitare di persona un negozio è auspicabile quando non si hanno le idee ben chiare relativamente alla tipologia di pentola a pressione da acquistare, poiché in questo modo è possibile avvalersi dei consigli del personale competente che vi lavora.

Gli acquisti via internet, invece, sono molto comodi quando si sa già su quale modello di pentola a pressione puntare, e si desidera risparmiare qualcosa su prezzo (spesso è possibile infatti usufruire di offerte speciali e sconti) con l’ulteriore vantaggio di vedersi recapitare a domicilio il prodotto desiderato. La maggior parte dei siti di e-commerce permette il pagamento mediante carta di credito, Paypal, bonifico bancario o in contrassegno direttamente alla consegna.

  • Stilcasa è un portale specializzato nel commercio di prodotti per la cucina e per la casa, che offre una ampia gamma di pentole a pressione. Oltre al vantaggio di accettare i principali metodi di pagamento, Stilcasa permette anche un comodo finanziamento a rate per l’acquisto dei suoi prodotti.
  • La Cook Planet è un’azienda con sede in Germania che opera nel settore del commercio via internet di prodotti per la cucina e piccoli elettrodomestici. È presente in quasi tutti i Paesi europei e offre condizioni di vendita spesso vantaggiose, con numerose promozioni ed offerte speciali; sul portale dedicato agli acquisti telematici è possibile scegliere fra numerosi modelli di pentole a pressione della rinomata marca Fissler.
  • La Kasanova è una azienda specializzata nel settore delle liste nozze, che grazie al suo sito di commercio online permette di acquistare comodamente da casa ottime pentole a pressione di marca Lagostina, disponibili in vari modelli.
Publicato: 2011-07-05Da: Redazione

Potrebbe interessarti

Sistema antifurto wireless in kit: come sceglierlo

La quasi totalità dei furti avviene quando in casa non c’è nessuno, e negli ultimi anni i furti nelle abitazioni sono aumentati, tanto che secondo alcune stime sono stati sottratti beni per circa 40 milioni di euro, praticamente un furto ogni  2  minuti. Per questo motivo può essere interessante dotarsi di un antifurto wireless in kit, un sistema che a basso costo può aiutarvi a rendere la vostra abitazione a prova di ladro.

2021-09-26Redazione

Antifurto per casa: come sceglierlo e installarlo

L’antifurto per la casa è un prodotto tecnologico che richiede grande cura per la sua scelta perché è ad esso che affidiamo la nostra tranquillità quando siamo in appartamento e soprattutto quando usciamo. Tra sistemi perimetrali, sensori volumetrici, tecnologie infrarosso, microonda e radio la scelta risulta spesso davvero complicata, ecco una guida che vi aiuterà a fare un pò di chiarezza.

2021-09-01Redazione
Migliori cover Samsung S9

Migliori cover per Samsung Galaxy S9

Quando si acquista uno smartphone del calibro del Samsung Galaxy S9 non si può semplicemente sperare di non graffiarlo o rovinarlo: diventa necessario acquistare una cover che funga da protezione ma che sia anche in grado di esaltare l’aspetto estetico e le funzionalità del telefono.

2018-05-24Redazione
Migliori cover iphone x

Migliori cover per iPhone X

L’iPhone X è l’ultimo modello nato in casa Apple. Dato il suo notevole costo si consiglia vivamente di utilizzare una cover che protegga lo smartphone preservandone al meglio l’integrità e la funzionalità. E di cover pensate e create appositamente per l’iPhone X ce ne sono davvero tante: vediamo quali sono le migliori.

2018-01-17Redazione