Partecipazioni di nozze

Categoria: Archivio Consigli utili
Tag:
Condividi:

Caratteristiche

Una partecipazione di nozze è un invito che i futuri sposi decidono di inviare a tutti i parenti e gli amici che intendono avere ospiti nel giorno delle loro matrimonio e che vogliono accanto in questo giorno così importante per la vita di ognuno di noi: anche se l’invito può essere fatto a voce, soprattutto per gli amici e i parenti che si frequentano più spesso e con i quali si hanno maggiori occasioni di incontro, deve sempre seguire l’invito scritto, anche per questioni pratiche. L’invito conterrà tutte quelle informazioni necessarie per poter partecipare all’evento e per trovare i vari luoghi dove si tiene la cerimonia, prima, e la festa (a pranzo o a cena) poi.

La tradizione di questo importante evento ci dice che dovrebbero essere i genitori della sposa ad occuparsi della realizzazione e spedizione di questi inviti. Oggi, però, il tutto viene fatto da entrambi gli sposi, che non solo scelgono gli inviti (e li pagano facendo a metà con la cifra finale o in base al numero di invitati da ogni parte, anche se questa ultima soluzione è davvero molto triste) ma anche le persone da invitare: parenti ed amici che la coppia vorrebbe avere vicino nel giorno più importante della vita di ogni persona, raggiungendo anche qualche compromesso con entrambi i genitori, che saltano sempre fuori con nomi che non possono assolutamente mancare, ma che magari i futuri sposi neanche hanno mai visto.

Ricordatevi che in quel giorno bisogna fare contenti tutti, ma il matrimonio rimane della coppia! La tradizione voleva anche che fossero i genitori dei futuri sposi a presentarli, ma oggi sono loro stessi, i diretti interessati della festa, a farlo: i tempi cambiano ed anche le usanze legate al rito del matrimonio (e a questioni pratiche come queste) devono seguire questi cambiamenti. Anche se qualcuno potrebbe storcere un po’ il naso…

Come scrivere

Per scrivere il testo della partecipazione di nozze bisogna seguire alcune regole comuni. Cominciamo dalla busta: dobbiamo inserire il nome e il cognome della persona che andiamo ad invitare. Se si tratta di una famiglia, metteremo solamente il cognome del capofamiglia, attraverso questa formula (Gentile Famiglia più il cognome del capofamiglia). Se la si consegna a mano non serve scrivere tutto l’indirizzo: contrariamente, se la si spedisce verificare con cura che indirizzo, città e codice di avviamento postale siano perfettamente esatti, altrimenti rischiamo che ci ritorni indietro (in questo caso ricordarsi sempre di scrivere il mittente sulla busta, almeno sappiamo chi non l’ha ricevuto e possiamo rimediare in tempo con una semplice telefonata).

Passiamo al testo dell’invito: deve contenere il nome dei futuri sposi (a volte si usa un’altra formula, quella nella quale entrambi i genitori presentano i futuri sposi: ma è una formula un po’ vecchia e desueta, che non si usa quasi più). Dopo il nome degli sposi, va obbligatoriamente la data, con giorno, mese e anno, seguita dal luogo dove avviene la cerimonia: sia che si tratti di una Chiesa sia che si tratti di un Comune o di un’altra sala per il rito civile, ricordatevi di inserire l’indirizzo esatto, non tutti possono conoscere dove si trova e con i moderni navigatori satellitari e un indirizzo completo di tutto saremo certi che tutti arriveranno nel posto giusto.

Sul biglietto destinato al ristorante (che andremo ad inserire negli inviti di coloro che intendiamo avere anche al ricevimento) dovremo mettere l’indirizzo e il nome del locale che ci accoglierà, oltre che la preghiera di rispondere (inserendo, ovviamente, i numeri di telefono degli sposi, per la conferma degli invitati). Evitate di inserire il bigliettino da visita del luogo dove avete fatto la lista nozze: il Galateo lo sconsiglia vivamente, per non passare da maleducati!

Come scegliere

La scelta delle partecipazioni non deve essere casuale, ma deve seguire lo stile e il gusto degli sposi: se scegliete qualcosa che non vi rappresenta, gli invitati che vi conoscono meglio se ne accorgerebbero subito e gli sposi non farebbero una bella figura. Sono loro che devono scegliere, magari qualcosa in base alla loro storia, qualcosa che rappresenti la loro unione, qualcosa che, una volta vista da amici e parenti, possa far pensare loro ai futuri sposi.

Esistono moltissime idee per poterle creare . Quando decidete di realizzarla, dovete pensare a cosa vi unisce, qual è il soggetto del vostro amore, l’immagine che, una volta messa su carta, evoca nella mente degli invitati la vostra bella unione, arrivata fino al matrimonio: se siete dei motociclisti potrete optare per degli sposi sulle due ruote, se siete entrambi appassionati di viaggi, invece, potete optare per due sposi con le valigie sempre pronte in mano. Se siete più classici e volete qualcosa di più romantico, ecco comparire i classici pupazzetti con tanti cuoricini e cigni a parlare del vostro amore.

Per quanto riguarda il colore della carta dei bigliettini e quello del carattere (oltre che la scelta di quest’ultimo), ricordatevi che gli inviti devono essere assolutamente leggibili: evitate colori che non si addicano tra di loro o font che non siano perfettamente leggibili. Meglio puntare tutto sulla semplicità, magari anche su un cartoncino bianco, per evitare di mettere in difficoltà gli invitati, che non devono interpretare il vostro invito, ma solamente leggerlo e rispondere.

Per quanto riguarda la scelta del formato, non scegliete buste ed inviti troppo piccoli, ma nemmeno troppo grandi: quelli troppo piccoli vi obbligheranno a scegliere un font di dimensioni ridotte, di difficile comprensione, mentre quelli troppo grandi, a lenzuolo, non saranno graditi dagli invitati. Una via di mezzo va bene sempre, per qualsiasi cosa: meglio essere moderati che esagerare, in ogni senso.

Consigli utili

Quando andate ad ordinare le vostre partecipazioni  (o quando cominciate a pensare di farle Home Made, ovvero da soli), ricordatevi sempre che queste vanno spedite tre mesi prima della data del matrimonio: ordinatele dunque per tempo, per essere pronti, a tre mesi dal giorno più importante della vostra vita, per inviarle ad amici e parenti.

Questa deve contenere tutte le informazioni necessarie per poter raggiungere i luoghi dove il matrimonio si tiene. Ricordatevi di ordinare o stampare qualche invito in più: salta sempre fuori qualche nome che non abbiamo incluso nella lista e che va invitato last minute. Meglio essere dunque preparati ed averne qualcuno in più. Ricordatevi anche di farne due diverse: una da spedire con il biglietto del ristorante, per chi è invitato sia alla cerimonia (sia essa civile o religiosa) sia alla festa che farete a pranzo o a cena, e un’altra che contiene solamente l’invito alla cerimonia, se la persona in questione non è prevista nell’elenco del ristorante.

La carta e la scrittura dell’invito per la cerimonia e per il ristorante devono essere uguali: evitate un’accozzaglia di materiali e font troppo diversi, che darebbero idea di poco gusto e idee poco chiare. Se il ristorante non è conosciuto dai più, nel retro del bigliettino si può inserire una piccola mappa (una cartina più dettagliata la si può consegnare fuori dalla Chiesa o dal comune, così da non perdere per strada nemmeno un invitato!). L’indirizzo sulla busta o semplicemente il nome dell’invitato, se consegniamo l’invito a mano, deve essere scritto a mano: evitate buste stampate al computer, perché sarebbe troppo formale e poco elegante. Ricordatevi dopo il matrimonio, di inviare anche dei bigliettini di ringraziamento: sarebbe carino realizzarli con lo stesso stile dell’invito alle nozze.

Dove acquistare

Su internet esistono moltissimi siti che ci permettono di risparmiare un po’ in questa voce del matrimonio: bisogna però partire per tempo con l’ideazione e l’ordine, per permettere la stampa e poi l’invio direttamente a casa di tutto il materiale. Vi basterà scegliere il layout preferito, la carta e il colore per i cartoncini e le buste, indicare quello che volete scrivere e poi pagare tutto comodamente con carta di credito. E’ facile e veloce e si può seguire ogni fase della realizzazione, stando ben attenti che nulla vada storto e che tutto sia scritto in modo corretto.

Se invece preferite acquistarle attraverso i canali tradizionali, esistono moltissimi negozi che si occupano di questo tipo di stampa: hanno moltissime stampe da farvi vedere, moltissimi tipi di carta, di scrittura e di colore e sapranno seguirvi passo dopo passo, consigliandovi sul prodotto migliore per le vostre esigenze: essendo dei professionisti sapranno dirvi se gli abbinamenti scelti vanno bene o se è meglio optare per altre soluzioni più belle dal punto di vista estetico, ma anche più pratiche e funzionali. Costano un po’ di più, ma, una volta scelto il modello dell’invito e aver consegnato tutte le informazioni necessarie, non dovrete più pensare a nulla, penseranno a tutto loro.

Esiste poi una terza opzione, le partecipazioni fai da te. Se volete risparmiare un po’ di soldini, ma avete un bel po’ di tempo da dedicare alla questione, allora potrete anche pensare di realizzare il vostro invito al matrimonio personale: vi basterà recarvi in un negozio che vende tutti i tipi di carta e di cartoncini, prendere quello di cui avete bisogno. Poi non vi servirà che realizzare il layout del bigliettino attraverso un programma di grafica (ce ne sono moltissimi gratuiti anche su internet, che potete scaricare liberamente ed imparare ad utilizzare velocemente e con semplicità): con una buona stampante potrete poi realizzare il prodotto finale velocemente. Ma ricordatevi che saranno molti i bigliettini che andranno sprecati nelle varie prove: quindi compratene qualcuno in più, tanto non vanno a male e potranno essere utilizzati, magari, per gli auguri di Natale, con un’altra scritta e un altro disegno stampato!

Solidali

Per quanto riguarda la scelta di dove realizzare la vostra partecipazione, non essendoci marchi famosi in questo senso, ho pensato di proporvi un’alternativa che, sono certa, sarà gradita a tutti quanti: sto parlando di inviti che faccino della sana beneficenza e siano solidali. Così come le bomboniere, che sempre più spesso vengono pensate per aiutare chi ne ha bisogno, tramite associazioni umanitarie e solidali, che si occupano di rendere il mondo un posto migliore, anche le partecipazioni di nozze possono essere realizzate attraverso queste Onlus: sicuramente le associazioni vi saranno grate e voi avrete fatto del bene a chi ne ha veramente bisogno. Un gesto importante nel giorno più importante della vita di ognuno di noi.

  • Airc: l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro ci propone, direttamente dal suo sito internet, di pagare una quota libera, per ricevere direttamente a casa le loro bomboniere solidali, ma anche pergamene e inviti. Per un matrimonio all’insegna della bontà e dell’umanità.
  • Unicef: anche l’associazione che da anni si occupa di difendere i bambini di tutto il mondo ci propone questo prodotto, che potremo realizzare direttamente online, pagandole comodamente con carta di credito. Saremo certi di aver fatto un dono agli altri, dono che ci verrà consegnato direttamente a casa.
  • Save the Children e Artesposa: l’associazione che difende i bambini in ogni angolo del mondo, insieme all’azienda Artesposa, ci propone la sua linea di inviti solidali, che possiamo scegliere e ricevere comodamente a casa.
  • Emergency: anche il gruppo fondato da Gino Strada, che porta la medicina e l’aiuto che serve nelle zone martoriate dalle guerre, propone le sue bomboniere e i suoi inviti di matrimonio, con un contributo minimo di un euro.
  • Lega del filo d’oro: si occupa di aiutare i bambini e le persone sordo cieche, oltre che le loro famiglie, propone le sue partecipazioni di nozze, il cui ricavato sarà destinato ai progetti del gruppo.
  • La Rondine Altromercato: il gruppo ci propone preziosi inviti, realizzati a mano, il cui ricavato servirà ad aiutare le comunità di tutto il mondo a lavorare nel proprio territorio, sostenendo così il commercio equo-solidale.
Publicato: 2010-04-03Da: Redazione

Potrebbe interessarti

La scienza e l'arte delle creme corpo per le donne

Questo articolo approfondisce il mondo delle creme di bellezza per il corpo per le donne, esplorando metodi dermatologicamente testati, vantaggi, rischi potenziali e chiavi per comprendere le tendenze geografiche di utilizzo.

2024-06-26Redazione

L'ascesa delle creme di bellezza per il corpo maschile: vantaggi, rischi e innovazioni

Esplora il mondo in evoluzione delle creme di bellezza per il corpo maschile, descrivendo in dettaglio metodi, trattamenti dermatologicamente testati e le ultime innovazioni sul mercato. Comprendi le tendenze regionali e le migliori offerte disponibili.

2024-06-26Redazione

Esplorando il mondo delle creme di bellezza per il viso per le donne: vantaggi, rischi e ricerca emergente

Questo articolo approfondisce il regno sfaccettato delle creme di bellezza per il viso per le donne, esaminando metodi dermatologicamente testati, descrivendo dettagliatamente benefici e potenziali effetti collaterali ed esplorando nuove ricerche e tendenze di mercato.

2024-06-26Redazione

Svelare i segreti delle creme per il viso da uomo: vantaggi, svantaggi e ricerche emergenti

Scopri come le creme di bellezza per il viso per uomo stanno plasmando la moderna cura della pelle, i loro metodi dermatologicamente testati, i vantaggi e gli svantaggi, insieme a nuove e convincenti direzioni di ricerca.

2024-06-26Redazione