Libri per bambini

Categoria: Archivio Bambini
Tag:
Condividi:

Libri per bambini

Nella vita di ognuno di noi ci sono libri e fiabe che hanno segnato la nostra infanzia. Libri che ci hanno fatto sognare attraverso i loro personaggi e le loro storie, che rimangono impressi per sempre nei ricordi. Il nostro sarà un viaggio nel mondo fantastico dei libri per bambini. Ci sono libri adatti per ogni età, ricchi di immagini e colorati. Scopriamoli insieme.

Le prime letture

I libri per bambini che hanno da 0 a 3 anni sono a metà strada tra il gioco ed il libro vero e proprio. I bimbi più piccoli hanno bisogno di libri che siano prima di tutto sicuri. E poi, divertenti. I libri "primi mesi" sono quelli in cui si rappresentano i "personaggi" del mondo che il bimbo si accinge a scoprire: il papà e la mamma, gli animali domestici, altri bambini che giocano, ridono, piangono, interagiscono tra di loro.

I primi libri che il bambino osserva (ovviamente commentati dalla mamma o dal papà), non sono altro che lo specchio della realtà da lui vissuta. I personaggi dei libri diventano per lui veri e propri modelli, che lo guidano e lo rassicurano nelle sue prime ardite scoperte. Questi libri sono in genere di cartone, sagomati, con immagini molto grandi o in rilievo. Della collana "I grandi classici" sono imperdibili "Le filastrocche" di Richard Scarry. I bimbi più piccoli adorano le filastrocche, e sono anche utili, in quanto permettono di memorizzare facilmente suoni e parole.

Ruolo fondamentale, durante le prime letture, è svolto dai genitori del bambino. Questi dovranno soffermarsi sulle immagini, sulle descrizioni dei personaggi, lasciando però libera la fantasia del piccolo, e raccogliere le sue impressioni durante la lettura. Sono i genitori che, con pazienza e dedizione, introducono il bambino al piacere della lettura. Se riusciranno a far appassionare il bambino a ciò che legge, molto probabilmente diventerà un buon lettore da adulto. E’ buona abitudine lasciare che sia il bimbo a scegliere il libro che più lo attira. I bimbi si lasciano guidare dall’istinto più di noi adulti, e di solito questo non li inganna!

Poi ci sono i "libri pop up", che sono stati inventati da Blue Ribbon Press, un editore che li ha lanciati intorno agli anni Trenta. Solo di recente c’è stato il boom di questo tipo di libro per bambini. Dapprima si sono diffusi parecchio in Paesi quali l’Inghilterra e l’America, poi sono arrivati in Italia. I libri "pop up" sono atre dimensioni, la pagina è in rilievo. Il bimbo può così giocare, come fosse un teatrino con personaggi tutti da scoprire.

Segnaliamo alcuni pop-up di successo italiani: "La mucca Moka e Fred Lingualunga" di Massimo Missiroli (con disegni di Agostino Traini), dell’Edizioni Piemme, "Pinocchio", dello stesso autore, con disegni di Lucia Salemi. Sempre per bimbi piccoli e non ancora abituati alla lettura troviamo i libri di favole da colorare. Utili per incoraggiare la manualità dei bambini e per conoscere il mondo delle fiabe. Molte edizioni contengono anche matite e colori per disegnare copiando i personaggi illustrati.

I generi letterari per bimbi e adolescenti

Dopo i tre anni, il bambino manifesta le prime preferenze per argomenti e personaggi anziché altri. Spetta ai genitori e agli educatori individuare quali siano, in modo da poter approfondire le sue conoscenze e assecondare le sue curiosità. Le fiabe sono il genere letterario più diffuso, e quello preferito dai bambini. Intramontabili i vari "Pinocchio", "Cenerentola", "Biancaneve e i sette nani", "I tre porcellini".

Anche le filastrocche sono abbastanza diffuse e divertono parecchio i bimbi. E, se oltre ad un bel libro di filastrocche moderne riuscite a recuperare quelle che vi cantava la nonna sarebbe ancora meglio! E’ utile conservare e tramandare nel tempo queste tradizioni! Tra l’altro rafforzano nel bambino il senso di identità e appartenenza ad un tempo ed una storia familiari. I libri di avventura hanno sempre suscitato curiosità nei bambini e adolescenti.

Terre inesplorate, scoperta di nuove realtà, avventure spaziali, stimolano la fantasia dei lettori e assecondano la loro voglia di evasione. I libri di storia raccontati con immagini e in modo facile diretto facilitano l’apprendimento degli episodi storici da parte dei bambini, come fossero semplici favolette a più puntate. Anche la "Bibbia per i ragazzi" è un libro molto bello, perché insegna ai bambini gli episodi biblici sotto forma di fumetti o storielle facili da seguire. Ne esistono in commercio di varie edizioni.

Anche le poesie possono essere proposte a bambini e ragazzi, stimolando la loro creatività e fantasia. Insieme ovviamente ai classici della letteratura. Esistono per esempio edizioni della "Divina Commedia" dedicate appunto ai ragazzi, con commento di facile comprensione ed illustrazioni accattivanti. I bambini ed i ragazzi sono attratti dal colore, dalle immagini, dalla forma in cui si presenta un libro. E se l’approccio è piacevole, lo sarà anche la lettura. In genere i bambini e gli adolescenti amano leggere i giornalini ed i fumetti di eroi dei cartoni animati.

Vanno forte i "manga" giapponesi, per esempio. Ma per il loro contenuto violento sarebbe meglio evitarne la lettura a bambini piccoli o che non abbiano la maturità giusta per comprenderli. Poi c’è un nuovo filone di letteratura per ragazzi sull’ambiente. Storie di paesaggi, paesi, persone e popoli, per sensibilizzare i più giovani sulle tematiche ambientali e sui problemi legati al consumo senza limiti.

Regalare un libro di questi aiuta il bambino a prendere coscienza del mondo che lo circonda, e a capire come essere protagonista di piccoli gesti che però aiutino l’umanità a salvarsi dal disastro ambientale (vedi per esempio l’importanza di attuare la raccolta differenziata di rifiuti).

La favola e la fiaba

Il termine "favola" proviene dal latino "fabula". A sua volta "fabula" deriva dal verbo latino "fari", il cui significato è "parlare". La favola è in effetti un racconto che si tramanda oralmente, e che è sempre stato considerato un mezzo di trasmissione di valori, principi e idee delle culture di un tempo. Più tardi è diventato un vero e proprio genere letterario. La favola è sicuramente il primo esempio di genere letterario, così antico che si perde nella notte dei tempi.

Proprio attraverso le "fabulae" gli uomini sono riusciti a tramandare credenze, riti, tradizioni, che ancora oggi resistono all’oblio del tempo che passa. Molte favole (per esempio quelle di Esopo e Fedro), contengono una "morale", che può essere applicata anche ai giorni nostri! Consigliamo di leggere le favole scritte da questi due autori, perché adatte anche a noi adulti. In alcuni Paesi orientali, come l’India, le favole sono state raccolte in alcuni grandi volumi (come Hitopadesa e il Pancatranta, scritto in sanscrito).

Anche in Africa troviamo un grande patrimonio di storie, racconti, miti e leggende tramandate oralmente dalle varie tribù, custoditi dagli anziani che, al momento opportuno, li raccontano ai più giovani, affinché ne traggano insegnamenti di vita. C’è una differenza tra "favola" e "fiaba". Spesso i due termini si confondono, e vengono usati a sproposito. La fiaba generalmente pone al centro della sua storia l’uomo, la cui azione viene continuamente contrastata da "forze maligne": streghe, demoni, spiriti, ecc.

Ha origini popolari, e in essa non si trova sempre una morale o un insegnamento pedagogico. La fiaba si è sviluppata soprattutto in Oriente. Chi non conosce le "Mille e una notte"? Se soffermiamo la nostra attenzione all’Italia, un grande scrittore di fiabe è stato Italo Calvino, che ha pubblicato nel 1956 una raccolta di "Fiabe Italiane", scritte nei dialetti regionali dell’Italia. Un altro autore molto conosciuto di fiabe è Hans Christian Andersen. Ha scritto fiabe bellissime, dal "Brutto anatroccolo" alla "Piccola fiammiferaia".

Anche l’inglese Oscar Wilde si è cimentato nella scrittura di parecchie fiabe. La "location" (ambientazione) preferita dalle fiabe sono le foreste, i paesi sconosciuti, i castelli misteriosi abitati da strane creature. Volete una raccolta di favole vecchie e nuove da leggere e proporre ai vostri bambini? Allora è utile collegarvi al sito www.lefavole.org. Qui troverete tantissime favole e fiabe, potete scaricarle sul computer, disegnarle dopo averle stampate. E’ interessante la sezione dedicata alle origini della favola, per scoprire come si è evoluta nel corso del tempo.

Come si struttura il sito? Innanzitutto troviamo una differenza tra le favole antiche e quelle più moderne, scritte da autori contemporanei, quali Moravia, Quiroga, Lev Tolstoj. C’è anche la sezione dedicata agli scrittori esordienti! Chiunque può inviare la favola da lui scritta e vederla pubblicata sul sito! Ovviamente si possono allegare anche illustrazioni e disegni a corredo dello scritto. Il servizio di pubblicazione è del tutto gratuito.

Libri per bambini dai sette anni in poi

Quando il bambino cresce e la sua curiosità aumenta, I libri da lui preferiti saranno soprattutto quelli di avventura e di fantascienza, nei quail proietterà la sua voglia di conoscere ed esplorare realtà diverse da quella in cui vive. E’ importante allora indirizzarlo verso letture che affrontano argomenti che siano anche impegnativi, ma esposti in maniera leggere e, perchè no, giocosa. In questo modo il bambino apprenderà sempre nuove cose senza accorgersene.

Un libro che consiglierei si intitola "Il corpo umano – la macchina perfetta" ed è scritto da Richard Walker, edizioni Mondadori 2008. Attraverso le pagine di questo libro il bambino compirà un meraviglioso viaggio all’interno del proprio corpo, una stupenda "macchina", del quale apprenderà dinamiche e meccanismi. Dagli undici ai 14 anni potremmo proporre al bambino libri fantastici, popolati da creature come dreghi ed elfi. Li apprezzerà di sicuro! Sempre delle edizioni "Mondadori" consigliamo "Il destino del regno" di Herbie Brennan, sul fantastic mondo degli elfi.

Se poi si tratta di una bimba dolce e romantic, alle prese con I suoi primi batticuore, scegliamo letture "rosa", con storie di amore ed amicizia che la facciano sognare ad occhi aperti. Sempre dell’edizione "Mondadori" troviamo romanzi delle autrici Rosie Rushton, Mariah Fredericks. Molto carino e soprattutto divertente il racconto della scrittrice Manuela Salvi, intitolato "Cosa c’è di più importante di uno scooter? Niente (o forse un vero bacio!). Adatto a ragazzine vivaci e sognatrici.

Forse un pò impegnativo, ma davvero bello il libro scritto da Rande Abdal- Fattah, una finestra aperta sul mondo arabo, che porta a riflettere sul problema dell’integrazione razziale. Protagonista una ragazzina musulmana di sedici anni, che vive in Australia. Si intitola "Sono musulmana". Anche durante queste letture è bene che i genitori e gli educatori seguano i ragazzi, in modo da poter intervenire se hanno bisogno di risposte e chiarimenti.

Il fenomeno "harry potter"

Sono ormai sette i libri della saga fantastica di Harry Potter, scritti nell’arco di tempo che va dal 1997 al 2007. L’idea è stata concepita dall’inglese Joanne Kathleen Rowling, che ora è diventata la scrittrice più famosa e ricca del mondo. Ma chi è Harry Potter, e perchè ha conquistato milioni di bambini (ma anche adulti)? Harry Potter è un bambino che scopre di avere poteri magici e soprannaturali. Decide allora di iscriversi alla Scuola di Stregoneria e Magia di Hogwarts. Con altri suoi coetanei imparerà ad usare le arti magiche. I suoi inseparabili amici si chiamano Hermione Granger e Ron Weasley.

Harry Potter è un orfano, e vive con gli zii con I quail non va d’accordo. Frequentando questa scuola di arti magiche, Harry Potter conosce Lord Voldemort, suo acerrimo nemico perchè ha ucciso i genitori di Harry, per conquistare il mondo magico. In Italia il primo libro della serie, intitolato "Harry Potter e la pietra filosofale", ha venduto circa 20.000 copie, ed ha vinto il "Premio Cento". Nel novembre 2001 il libro è diventato un film, che viene visto in tutto il mondo. L’autore che interpreta Harry Potter è Daniel Radcliffe. Ma qual’è il segreto del successo? Pur essendo annoverato nel genere "fantasy", in realtà la storia di Harry Potter possiede molti agganci con la realtà dei giorni nostri.

La storia è infatti ambientata tra gli anni 1980 e il 2017. Se leggiamo attentamente la vicenda, troveremo elementi mitologici, di alchimia, di criptozoologia. Anche il fatto che I libri siano sette non è affatto un caso: il numero sette è considerato un numero magico, in molte tradizioni e leggende. La magia si intreccia alla realtà con maestria e prodezza narrativa.

Harry Potter ed I suoi compagni dovranno combattere nemici e forze che si oppongono continuamente ai loro desideri. Ma con arguzia riusciranno a cavarsela in ogni situazione, anche la più complicata. Piace agli adulti perchè si affrontano anche temi che li riguardano, ma in un modo più frivolo e leggero. Per riflettere senza pensare che lo si sta facendo.

"il signore degli anelli" di tolkien

Altro capolavoro "fantasy" è il "Signore degli anelli", scritto dall’inglese Tolkien, e diviso in tre libri. Il protagonist della storia è Bilbo Baggins, che in occasione dei suoi 111 anni organizza una festa nel grande giardino di casa sua. Gli invitati sono tantissimi, quasi tutti gli abitanti della cittadina in cui l’uomo abita. Ma proprio durante i festeggiamenti accade una cosa sconcertante: Bilbo scompare, senza lasciare alcuna traccia. Poco prima di sparire si era infilato al ditto un anello, che aveva trovato anni prima in una grotta.

Questo anello aveva poteri magici, tra cui quello di rendere invisibile chiunque lo indossi. La storia di Bilbo si intreccia ben presto con quella di altri personaggi: Grishnak, Shagrat, Barbalbero. Insieme formeranno la cosidetta "Compagnia dell’anello", che compirà numerose avventure di ogni genere. Sul sito www.signoredeglianelli.org potete trovare le schede con la descrizione di vari personaggi che si avvicendano. Il romanzo è ambientato nella "Terra di mezzo", e rappresenta la prosecuzione di un precedente romanzo di Tolkien, intitolato "Lo Hobbit".

Nel romanzo troviamo influssi di filologia, religion, mitologia. Sono presenti elementi religiosi molto forti, e non soltanto legati alla religione Cristiana. Non mancano influenze della mitologia germanica (per esempio i nani e gli elfi che troviamo nell’opera). L’evento della Guerra (il primo conflitto mondiale) contrassegna la fine di un’era, ed è molto central nell’opera di Tolkien. Ma a chi si è ispirato questo genio inglese? Sicuramente al "Beowulf", da cui ha appreso tecniche narrative fiabesche e fantastiche. Ma troviamo anche notevoli influssi di fiabe dell’Europa Nord – occidentale.

Anche questo romanzo è diventato un film di successo che ha conquistato milioni di persone. Ma io personalmente consiglierei di leggere prima il libro, cominciare ad immaginare luoghi e persone e poi guardare il film. Questo libro riesce a far sognare bambini e adulti. Vi pare niente riuscire ad evadere dalla solita routine leggendo un libro? Allora buona lettura!

Publicato: 2010-04-03Da: Redazione

Potrebbe interessarti

La scienza e l'arte delle creme corpo per le donne

Questo articolo approfondisce il mondo delle creme di bellezza per il corpo per le donne, esplorando metodi dermatologicamente testati, vantaggi, rischi potenziali e chiavi per comprendere le tendenze geografiche di utilizzo.

2024-06-26Redazione

L'ascesa delle creme di bellezza per il corpo maschile: vantaggi, rischi e innovazioni

Esplora il mondo in evoluzione delle creme di bellezza per il corpo maschile, descrivendo in dettaglio metodi, trattamenti dermatologicamente testati e le ultime innovazioni sul mercato. Comprendi le tendenze regionali e le migliori offerte disponibili.

2024-06-26Redazione

Esplorando il mondo delle creme di bellezza per il viso per le donne: vantaggi, rischi e ricerca emergente

Questo articolo approfondisce il regno sfaccettato delle creme di bellezza per il viso per le donne, esaminando metodi dermatologicamente testati, descrivendo dettagliatamente benefici e potenziali effetti collaterali ed esplorando nuove ricerche e tendenze di mercato.

2024-06-26Redazione

Svelare i segreti delle creme per il viso da uomo: vantaggi, svantaggi e ricerche emergenti

Scopri come le creme di bellezza per il viso per uomo stanno plasmando la moderna cura della pelle, i loro metodi dermatologicamente testati, i vantaggi e gli svantaggi, insieme a nuove e convincenti direzioni di ricerca.

2024-06-26Redazione