Lampade con sensore di movimento

Categoria: Archivio Casa
Tag:
Condividi:

Caratteristiche

Le lampade con sensore di movimento si accendono in autonomia quando una persona passa entro il raggio di copertura del sensore. Sono molto utili, in particolare per l’esterno di un’abitazione, perché possono illuminare degli spazi dove si transita di rado o dove comunque si passa senza fermarsi. Inoltre sono molto utilizzate quando si tratta di illuminare i bagni pubblici oppure i bagni dei servizi commerciali, perché così la gente non dimentica le luci accese e si risparmia, oltre che evitare che si tocchino interruttori con le mani bagnate.

Queste lampade sono programmate per illuminarsi quando il sensore registra un movimento, tipicamente quello di una persona. È possibile variare la regolazione dei sensori per far sì che puntino verso una determinata direzione piuttosto che un’altra. Inoltre è possibile regolarle per decidere per quanto tempo devono restare accese dopo che il sensore ha avvertito il movimento. In più, ovviamente, per le lampade che vanno all’esterno, si trovano in commercio numerosi modelli resistenti all’acqua.

Bisogna fare attenzione quando si decide dove posizionarle perché va ricordato che i sensori sono molto sensibili e quindi potrebbero essere attivati anche al passaggio di un gatto in giardino oppure di un semplice colombo. Dunque si sconsiglia di posizionare questo tipo di luci esterne appena fuori dalla finestra della camera da letto, perché si potrebbe essere anche svegliati in piena notte dal passaggio di un gatto.

Le luci delle lampade con sensore di movimento non devono necessariamente essere alimentate da energia elettrica ma possono essere invece anche ad energia solare. Le migliori, una volta fatte caricare adeguatamente, possono restare accese anche per due tre ore di continuo prima di scaricarsi nuovamente.

Vantaggi

Queste lampade sono molto vantaggiose per una serie di motivi. In primo luogo, si accendono da sole anche di notte quando si passa per esempio in un viale che conduce al portone o al cancelletto di casa, o quando si devono salire dei gradini, cosicché limitano moltissimo il rischio di inciampare di notte per accedere alla propria abitazione. Infatti appena vi avvicinerete al portone potrete vedere perfettamente ogni ostacolo che si possa frapporre tra voi e il cancello o la porta in modo da poterlo scansare senza problemi.

In più, se un malintenzionato dovesse introdursi di notte nel vostro giardino, l’improvviso accendersi di una luce potrebbe farlo sentire allo scoperto e potrebbe indurlo a scappare via per non farsi notare, ora che non è più nascosto dalle tenebre.

Un altro vantaggio notevole è sicuramente quello di contenere gli sprechi di energia, cosa che, ora che siamo in piena crisi, non possiamo permetterci assolutamente di trascurare. E non si tratta solo di crisi e di costi in bolletta, ma anche di responsabilità verso il nostro pianeta Terra. Alla luce di tutto questo, cosa c’è di meglio di lampade che si accendono esattamente quando cominciamo ad usarle e appena ce ne andiamo si spengono? In questo modo non si corre il minimo rischio di andare via dimenticando la luce accesa, e la lampada si accende per il lasso di tempo strettamente necessario alla nostra permanenza.

Naturalmente, a seconda di come dobbiamo usare queste luci, le lampade possono essere acquistate di tipologie diverse, che differiscono per grandezza, potenza, sistema di alimentazione, e ovviamente anche design. Basta sapere cosa si vuole, e lo si troverà senza difficoltà.

Tipologie

Esiste una gamma molto ampia di modelli e tipologie di lampade con sensore di movimento, diversificate a seconda della funzionalità ma anche del design, per adattarsi meglio a tutte le esigenze e i bisogni di chi le sceglie.

Dal punto di vista della funzionalità, oltre alle classiche che si accendono e spengono a seconda che il sensore rilevi o meno movimento, esistono anche soluzioni miste, ovvero lampioncini, perfetti per i vialetti del giardino, che si accendono con un interruttore ma restano sempre accesi con potenza minima fino a quando il sensore di movimento fa scattare una potenza maggiore in modo che illuminino molto meglio quando una persona si avvicina ma restino comunque in funzione per evitare il buio totale nel giardino o nel viale. Come vedete, esistono praticamente soluzioni personalizzate per tutti i gusti.

I modelli possono essere sia a lampioncino che a faretto. I faretti sono ideali per esempio per illuminare singolarmente i gradini delle scale. La forma della scalinata creerà un gioco di luci ed ombre molto suggestivo e, allo stesso tempo, i faretti eviteranno spiacevoli incidenti al buio.

Se poi nel vostro giardino disponete di una vasca, un laghetto o una fontana che desiderate rendere più speciale, sappiate che esistono anche le fontane solari da giardino, ideali perché si mettono proprio nell’acqua e poi si attivano in totale autonomia grazie alla luce solare che accumulano durante tutto il giorno.

Le lampade con sensore di movimento possono generare anche un’illuminazione molto potente, ma non necessariamente. Possiamo infatti installare anche luci notturne in modo che si accendano, per esempio, appena il nostro bimbo scende dal letto, aiutandolo a non inciampare ma senza abbagliarlo né disturbare il suo stato di dormiveglia. Tipicamente le luci notturne possono anche essere colorate, di rosso, di blu, di arancio o anche di rosa chiaro, per mantenere l’atmosfera ovattata e di sogno che è tipica della notte.

Modelli

Ci sono poi altri tipi di lampade che non sono settate per registrare il movimento o l’avvicinamento di una persona, bensì sono sensibili al movimento dell’apertura di una porta, cosicché appena si apre la porta si accendono automaticamente. Sono perfette quindi per gli ingressi delle case e i disimpegni.

Svariati modelli sono dotati di una grande versatilità perché possono essere installati all’esterno o all’interno su un tipo di parete qualunque, senza il bisogno di alcun impianto specifico da installare per poterli collegare alla presa di corrente elettrica. In effetti vi sono molti modelli che non hanno bisogno affatto di essere collegate alla presa di corrente perché funzionano a batteria e, una volta posizionate sul muro esterno, si accendono subito ogni volta che il sensore di movimento ad infrarossi capta un qualsiasi pur lieve movimento.

Le lampade a infrarossi si accendono automaticamente sia che la variazione di calore che rilevano sia provocata dal movimento di una persona sia che a muoversi sia un’automobile. Ovviamente, nella maggior parte dei casi, la potenza della luce si può regolare a piacimento. Le lampade con sensore di movimento per esterno sono sempre dotate di un involucro stagno che le protegge da pioggia e umidità.

Se desiderate montare da soli il prodotto è bene che vi accertiate che in dotazione con il modello che avete scelto vi spediscano anche il kit per il montaggio, altrimenti dovrete rivolgervi a tecnici specializzati per farvela montare e installare.

Risparmio energetico

Queste lampade permettono la massima efficienza nell’utilizzo dell’impianto di illuminazione della casa, perché sanno esattamente quando le stiamo utilizzando e restano quindi accese per il tempo preciso in cui ne sfruttiamo appieno l’illuminazione.

Seguendo lo stesso principio, oltre che per l’illuminazione, i sensori di movimento e i rilevatori di presenza possono essere utilizzati anche per mettere in funzione e spegnere l’impianto di riscaldamento e l’aria condizionata. In questo modo non dovremmo preoccuparci più di nulla, il nostro ambiente abitativo o di lavoro diventerebbe massimamente user friendly, pronto a capire tutti i nostri bisogni e a soddisfarli regolandosi autonomamente. Sembra un racconto di fantascienza del futuro, eppure tutto ciò è possibile oggi stesso, e pur potendo rappresentare una spesa iniziale a cui non avevate pensato per la vostra casa o per la vostra azienda, state pur sicuri che negli anni ammortizzerete perfettamente il costo di installazione dei rilevatori, perché non sprecherete più neanche un briciolo della vostra energia elettrica e del vostro impianto di riscaldamento.

C’è una differenza tra rilevatori di presenza e sensori di movimento, in quanto, benché la tecnologia e il processo di funzionamento sia lo stesso, i primi sono molto più sensibili e rilevano anche il minimo movimento nella stanza che fa capire subito che vi è qualcuno all’interno di essa. Per esempio, un sensore di movimento si accorgerebbe di una persona che cammina, ma non di una persona che batte con le dita su una tastiera di un computer in un ufficio, mentre il rilevatore riesce a fare persino questo, così da dare una rilevazione molto più precisa e veritiera sulla presenza o assenza di persone in una stanza.

Tornando più nello specifico alle nostre lampade, chiaramente possono anche essere a risparmio energetico, oppure con luci a led, così da risparmiare ancor più in bolletta e fare ancor meno male al nostro pianeta.

Publicato: 2013-05-21Da: Redazione

Potrebbe interessarti

Sistema antifurto wireless in kit: come sceglierlo

La quasi totalità dei furti avviene quando in casa non c’è nessuno, e negli ultimi anni i furti nelle abitazioni sono aumentati, tanto che secondo alcune stime sono stati sottratti beni per circa 40 milioni di euro, praticamente un furto ogni  2  minuti. Per questo motivo può essere interessante dotarsi di un antifurto wireless in kit, un sistema che a basso costo può aiutarvi a rendere la vostra abitazione a prova di ladro.

2021-09-26Redazione

Antifurto per casa: come sceglierlo e installarlo

L’antifurto per la casa è un prodotto tecnologico che richiede grande cura per la sua scelta perché è ad esso che affidiamo la nostra tranquillità quando siamo in appartamento e soprattutto quando usciamo. Tra sistemi perimetrali, sensori volumetrici, tecnologie infrarosso, microonda e radio la scelta risulta spesso davvero complicata, ecco una guida che vi aiuterà a fare un pò di chiarezza.

2021-09-01Redazione
Migliori cover Samsung S9

Migliori cover per Samsung Galaxy S9

Quando si acquista uno smartphone del calibro del Samsung Galaxy S9 non si può semplicemente sperare di non graffiarlo o rovinarlo: diventa necessario acquistare una cover che funga da protezione ma che sia anche in grado di esaltare l’aspetto estetico e le funzionalità del telefono.

2018-05-24Redazione
Migliori cover iphone x

Migliori cover per iPhone X

L’iPhone X è l’ultimo modello nato in casa Apple. Dato il suo notevole costo si consiglia vivamente di utilizzare una cover che protegga lo smartphone preservandone al meglio l’integrità e la funzionalità. E di cover pensate e create appositamente per l’iPhone X ce ne sono davvero tante: vediamo quali sono le migliori.

2018-01-17Redazione