Gelatiera

Categoria: Archivio Elettrodomestici
Tag:
Condividi:

Caratteristiche

Se siete amanti del gelato e desiderate prepararlo nella vostra casa per offrirlo ad amici e parenti, o semplicemente per gustarlo da soli davanti alla tv, la praticissima gelatiera si adatta perfettamente a tale scopo. Infatti, può essere considerata la versione “mini” e domestica di quella usata dai professionisti del settore.

L’ingrediente fondamentale del gelato semi-artigianale è la base per gelato, prodotta industrialmente: essa non è altro che un mix di ingredienti tipici del gelato, polverizzati, confezionati e pronti per l’uso. Mentre il gelato artigianale è costituito per almeno il 60% di latte, quello semi-artigianale ha una percentuale inferiore alla metà del totale; un gelato industriale, invece, è costituito per il 70% di pura e leggerissima aria. Accanto a questo, è ovvio che, per poter ottenere risultati soddisfacenti, sia indispensabile avere una ricetta buona e attendibile – oltre che facile – cui poter fare riferimento, scegliere ingredienti sani e genuini, e infine seguire passo dopo passo – almeno le prime volte – le istruzioni riportate all’interno della confezione.

Cioccolato o frutta che sia, qualità indispensabile sarà la freschezza, il grado di autenticità e la bontà intrinseca dei prodotti utilizzati: se, ad esempio, vi fornite da un fruttivendolo che vi rifila della frutta troppo acerba o, al contrario, troppo matura, o se il cioccolato è scadente, di certo non potrete prendervela con la vostra gelatiera!

Ma, senza dubbio, l’ingrediente essenziale in cucina è la pazienza, ragion per cui bisogna essere perseveranti se i primi tentativi non riescono come sperate. Infatti, soprattutto le prime volte, quando non si ha ancora una adeguata dimestichezza con l’elettrodomestico, potrà capitare che il gelato risulti troppo denso, o troppo dolce; in questi casi è necessario modificare la quantità e la composizione degli ingredienti, cercando di adattarle alle proprie esigenze.

Allora potrete cimentarvi nella creazione di gelati di tutti i gusti. Ad esempio, una variante golosa ma meno calorica è, senza dubbio, il sorbetto alla frutta, preferito da chi ama il gusto fresco ma al tempo stesso da chi tiene alla propria linea. In ogni caso, la maggior parte delle gelatiere contiene anche un ricettario: una preziosa guida per avere idee e suggerimenti sempre nuovi.

Ricordate, ad ogni modo, che esiste la gelatiera “tradizionale” e quella più “moderna”. La differenza è rilevante, poiché incide anche sui tempi e le modalità di preparazione del gelato. In genere, quelle tradizionali funzionano con una manovella a mano, mentre quelle moderne sono elettriche, e possono essere messe in frigorifero per far sì che la miscela si raffreddi al punto giusto. Quella elettrica impiega circa dieci/dodici minuti per la lavorazione della miscela, mentre quella a manovella impiega anche fino a tre quarti d’ora. La gelatiera tradizionale è, dunque, più complicata e di certo meno pratica; orientatevi quindi per l’acquisto di una moderna, anche se ha un costo maggiore.

Funzionamento

Come si usa la gelatiera? Dopo aver prodotto la miscela con i vari ingredienti (latte, frutta, cioccolato ecc.), questa va rimescolata e infine raffreddata. Rimescolare la miscela serve ad evitare che si formino cristalli di ghiaccio, di modo che il gelato sia privo di grumi e cremoso al punto giusto. Ovviamente, a seconda della tipologia di gelato, varia il tempo necessario per il raffreddamento. Comunque sia, per servire un ottimo gelato, è sempre utile tirarlo fuori dal freezer almeno mezz’ora prima: se il gelato è troppo freddo, infatti, il gusto si altera. Addirittura, in alcuni casi, si richiede che la miscela venga lasciata raffreddare per almeno 4 ore, o anche per tutta la notte se necessario, di modo che la crema abbia la giusta consistenza.

Ma come si prepara la miscela? Innanzitutto, vale una regola generale: bisogna usare 1 kg di sale da cucina ogni 4 kg di ghiaccio. Quest’ultimo, però, non deve essere sminuzzato, ma in pezzi piuttosto grossi. Azionate la gelatiera qualche minuto prima, quindi versate la miscela, stando attenti però a non versarla oltre il recipiente che la contiene. In genere, per quanto riguarda le quantità, calcolate che per 6 persone ci vogliono un litro e un quarto di gelato, preparato in una gelatiera di 2 litri.

Il composto (miscela) sarà diverso a seconda che vogliate un gelato tradizionale, o un sorbetto. Se optate per il gelato tradizionale, dovete preparare una crema ricca di uova, come base. Tenete conto che sono necessari 8 tuorli d’uovo per un litro di latte, ma ovviamente potete variare le quantità in base ai gusti e le esigenze. Tenete anche presente che il gelato cremoso è molto più calorico e nutriente di un sorbetto! Se vi piace un gelato molto cremoso, aggiungeteci un cucchiaio di panna montata.

Se preferite i gelati alla frutta, la base sarà uno sciroppo ottenuto sciogliendo 250 g. di zucchero, in mezzo litro di acqua. A questa miscela, che si lascia bollire giusto qualche minuto, si aggiunge poi la polpa di frutta e qualche goccia di succo di limone.

Tipologie

Prima di scegliere la gelatiera che fa al caso vostro, perché non dare una rapida occhiata alle differenti tipologie disponibili in commercio.

La gelatiera da piano cucina funziona diversamente dalle altre: la miscela dapprima viene messa in una ciotola che si lascia congelare in freezer per circa 24 ore; successivamente, questa stessa ciotola viene posta all’interno della gelatiera, mettendo in funzione la macchina. La miscela viene continuamente mescolata durante il congelamento con una spatola. Dopo circa mezz’ora, il contenuto della ciotola si è scongelato, e il gelato è pronto per essere gustato. Questo tipo ha un costo contenuto (circa 70 euro), ma manca di praticità, giacché per poter rifare il gelato è necessario aspettare che la ciotola si congeli nuovamente. Si può ovviare a tale inconveniente acquistando ciotole aggiuntive, ma piuttosto ingombranti da tenere in freezer.

Poi troviamo la versione manuale, composta di due ciotole (una interna l’altra esterna), una manovella che fa girare la spatola, che a sua volta rimescola la miscela. Nella ciotola esterna è contenuta una miscela di ghiaccio e sale; quest’ultimo serve ad assorbire il calore dalla miscela, e quindi a raffreddare il gelato.

La versione manuale non è il massimo quanto a praticità, poiché, quando tale miscela si scioglie, bisogna provvedere ad eliminare l’acqua salata. La capacità della ciotola dipende dal modello di gelatiera: può raggiungere anche i 500 ml. La spatola deve essere ruotata a mano ogni dieci minuti per qualche ora, fino all’ottenimento della consistenza desiderata. Le piccole unità di raffreddamento hanno lo stesso funzionamento di un “tritatutto”, e vengono poste nel freezer. Le spatole mescolano la miscela, ma smettono automaticamente la loro rotazione quando il gelato ha raggiunto il giusto livello di raffreddamento. Questo sistema è di poco più lento rispetto a quello delle altre gelatiere, ma il vantaggio è che la ciotola non si deve pre-congelare.

Le gelatiere professionali hanno tutt’altro sistema di funzionamento, non hanno bisogno di alcuna preparazione, e consentono di preparare più volte il gelato senza alcuna attesa. Non sono certo maneggevoli, quindi richiedono uno spazio adeguato per il loro posizionamento.

Come scegliere

Se avete deciso di acquistare una gelatiera, dovete tenere in considerazione una serie di elementi, per far sì che in futuro non vi pentiate dell’acquisto fatto. Le caratteristiche che questo elettrodomestico deve assolutamente avere sono:

  • una potenza tra i 30 watt (che è il minimo) e i 230 watt (questo è il formato famiglia); un contenitore che riesca a mantenere il freddo per più di due ore (alla temperatura di – 10 gradi);
  • un cestello abbastanza capiente e che sia facilmente estraibile;
  • un ritmo che produca 1 Kg di gelato per dieci persone ogni mezz’ora, e un ritmo almeno doppio per i modelli professionali;
  • un sistema di refrigerazione continuo per i modelli top-spender (oltre i 600 euro);
  • un sistema di refrigerazione ad accumulo per i modelli tradizionali e di base;
  • un dispenser per conservare i gelati, proprio come fa la gelateria (ipotesi di spesa superiore ai 1500 euro).

Dove acquistare? Non lasciatevi tentare dai negozi che trovate nei grossi centri commerciali, perché vendono di tutto e spesso la qualità lascia a desiderare. Meglio cercare nella città in cui abitate un negozio specializzato, di elettrodomestici per cucina: lì potrete trovare una consulenza più mirata e adatta alla scelta di una macchina che, al di là di un’apparante banalità, nasconde caratteristiche differenti a seconda della tipologia, così come sopra spiegato.

Ovviamente non dimenticate il web, che può offrirvi qualche occasione di acquisto da prendere al volo. Un sito da visitare è, a tal proposito, Shopping Alice, dove trovate offerte vantaggiose di gelatiere, e non solo. E chiaramente anche su E-bay potete trovare qualche proposta interessante; magari un apparecchio usato pochissimo e poi rivenduto: la sorte di molte gelatiere è proprio questa, quindi se siete fortunati potrete accaparrarvi un usato come nuovo.

Se poi volete avere qualche idea per nuove e gustose ricette, vi consigliamo il sito Cucina con me; qui troverete ricette per gelati di ogni tipo: cremosi, tradizionali, sorbetti alla frutta, adatti ad ogni palato ed esigenza.

Aziende produttrici

In commercio ci sono differenti tipi e modelli di gelatiera, motivo per il quale anche le aziende che le producono sono molteplici. E’ difficile però indicare quali marche siano migliori rispetto ad altre, anche perché, per farlo, bisognerebbe provare una gelatiera per ciascuna. Le aziende che qui riportiamo in elenco sono quelle più conosciute e apprezzate sul mercato degli elettrodomestici.

La gelatiera “Gelato Party” di Ariete è da consigliare perché molto semplice da usare, ed anche esteticamente carina da vedere. Il prezzo, poi, è abbastanza accessibile, e non è da trascurare la facilità con la quale la si pulisce.

Gaggia è un’azienda specializzata nella produzione di elettrodomestici, presente sul mercato dal 1948. Le gelatiere sono qualitativamente buone ed hanno anche un prezzo piuttosto contenuto. La pulizia del macchinario è abbastanza semplice, e all’interno della confezione trovate anche un ricettario con qualche gustosa ricetta di gelato da provare.

L’azienda Telme è piuttosto conosciuta e rinomata nel settore degli elettrodomestici, non solo nel nostro Paese, ma anche in altri paesi europei. E’ un’azienda che si caratterizza per la sua attenzione costante alla tutela dell’ambiente e al risparmio energetico. I suoi prodotti sono innovativi e rispettosi degli standard di sicurezza; le sue gelatiere da provare.

La Simac è un’altra azienda che non ha bisogno di alcuna presentazione, perché i suoi prodotti sono tra i migliori sul mercato, facili da utilizzare e con prezzi contenuti. Le soluzioni di gelatiere Simac proposte sono adatte a qualsiasi utente e consumatore, anche al più esigente.

L’azienda Nemox S.p.A. progetta e realizza elettrodomestici sia di uso domestico, che professionali. Essa vanta un’esperienza ventennale in questo campo, ed è una delle più rinomate aziende che producono gelatiere, ferri da stiro, macchine per il caffè e altro. Altra azienda da segnalare è l’Amstrad, all’avanguardia nella produzione di elettrodomestici, e quindi anche di gelatiere. Conosciuta e apprezzata in tutta Europa è, infine, la Philips.

Publicato: 2010-04-03Da: Redazione

Potrebbe interessarti

La scienza e l'arte delle creme corpo per le donne

Questo articolo approfondisce il mondo delle creme di bellezza per il corpo per le donne, esplorando metodi dermatologicamente testati, vantaggi, rischi potenziali e chiavi per comprendere le tendenze geografiche di utilizzo.

2024-06-26Redazione

L'ascesa delle creme di bellezza per il corpo maschile: vantaggi, rischi e innovazioni

Esplora il mondo in evoluzione delle creme di bellezza per il corpo maschile, descrivendo in dettaglio metodi, trattamenti dermatologicamente testati e le ultime innovazioni sul mercato. Comprendi le tendenze regionali e le migliori offerte disponibili.

2024-06-26Redazione

Esplorando il mondo delle creme di bellezza per il viso per le donne: vantaggi, rischi e ricerca emergente

Questo articolo approfondisce il regno sfaccettato delle creme di bellezza per il viso per le donne, esaminando metodi dermatologicamente testati, descrivendo dettagliatamente benefici e potenziali effetti collaterali ed esplorando nuove ricerche e tendenze di mercato.

2024-06-26Redazione

Svelare i segreti delle creme per il viso da uomo: vantaggi, svantaggi e ricerche emergenti

Scopri come le creme di bellezza per il viso per uomo stanno plasmando la moderna cura della pelle, i loro metodi dermatologicamente testati, i vantaggi e gli svantaggi, insieme a nuove e convincenti direzioni di ricerca.

2024-06-26Redazione