Come pulire il parquet

Categoria: Archivio Casa
Tag:
Condividi:

Caratteristiche

Il parquet è un tipo di pavimento molto elegante che fa sì che la casa abbia un tocco di vero lusso, specialmente nelle camere da letto e nei saloni, perché rende le stanze molto calde e accoglienti, con la sua superficie di legno naturale trattato per resistere più a lungo ed essere perfettamente liscio e lucido.

E’ un’ottima soluzione per non sentire sotto i piedi il freddo del marmo o delle piastrelle in inverno, ma è anche più complicato da manutenere, per questo prima di accingersi alla sua pulizia bisogna sapere come fare e che prodotti utilizzare. Non bisogna utilizzare prodotti troppo aggressivi che potrebbero compromettere la lucentezza della pavimentazione, perché il parquet è sempre molto più morbido e delicato di altri materiali con i quali si può scegliere di rivestire il pavimento.

Può essere realizzato con legname di diverso tipo, dal noce al teak, dal wengè al rovere, dal faggio all’abete al ciliegio. Si va dai legni dei nostri boschi di clima temperato sino ai legni esotici che vengono da lontano. Tutti questi tipi di legname, per poter realizzare il pavimento in legno, vengono trattati con oli oppure con vernici ad acqua.

Quando il legno è trattato ad olio è più difficile manutenerlo in modo efficace, anche se l’aspetto, almeno quando è nuovo, è molto più di effetto, perché resta naturale al cento per cento. Quando si utilizzano vernici, invece, il parquet acquisisce una superficie lucida meno naturale ma molto più facile da pulire e da trattare. Vediamo come fare per far sì che si possa pulire questo pavimento in modo adeguato, per assicurarci che resti sempre lucido e brillante.

Rimuovere la polvere

Prima di tutto, prima ancora di pulirlo, bisogna eliminare la polvere, con una scopa tradizionale oppure con una scopa elettrica. Dopo aver rimosso bene tutta la polvere si può passare alla fase di lavaggio del pavimento e poi a quella di lucidatura.

Per rimuovere efficacemente la polvere è importante che quando si sceglie di usare la scopa elettrica si abbia cura di controllare che l’aspirapolvere abbia le spazzole montate, per evitare di graffiare la superficie del parquet con la parte in plastica dura dell’aspirapolvere. In alternativa alla scopa elettrica è possibile fare uso di un panno per la polvere antistatico, che attira la polvere catturandola attraverso un’interazione elettrostatica delle particolari fibre delle quali è costituito.

Dopo aver rimosso accuratamente tutta la polvere, si può lavare finalmente il pavimento, avendo cura di non utilizzare prodotti aggressivi. Non usare quindi in nessun caso detersivi che fanno molta schiuma o detersivi a base di ammoniaca, che sono corrosivi per il legno. Nel caso in cui si tratti di un parquet trattato con olio non bisogna usare neanche aceto o prodotti a base di aceto.

I prodotti che invece si possono usare sono, naturalmente, tutti quelli specifici per parquet che si trovano in commercio nei più comuni supermercati, che servono proprio a nutrire e igienizzare il legno. Per chi invece preferisce le soluzioni fai da te, si può utilizzare semplicemente acqua e alcool, oppure poche gocce di acqua ragia diluite in acqua. Un accorgimento che è utile seguire quando si vuole pulire il pavimento è quello di farlo nel verso dei listoni che lo formano, per far sì che il detergente sia più efficace e che il legno si deteriori meno.

Prodotti naturali

È possibile anche pulire il pavimento in legno con metodi fai da te, utilizzando prodotti naturali che, non essendo chimici, non inquinano l’ambiente. Soprattutto in questo periodo in cui l’inquinamento e il cambiamento climatico ci minacciano da vicino è importante prendere provvedimenti per fermare, almeno nel nostro piccolo, questo processo devastante in atto in tutto il nostro pianeta.

Quindi, se vogliamo usare solo prodotti naturali per aiutare l’ambiente, possiamo servirci, per pulire il parquet non trattato con oli, di una formula che prevede l’utilizzo di mezza tazza di acqua, mezza tazza di aceto e trenta gocce di olio essenziale che può essere scelto di varie piante ma consigliamo quello di menta. Per utilizzare questa miscela totalmente naturale, bisogna nebulizzarla con uno spruzzino, spruzzandola sul pavimento, poi utilizzando un normale straccio per stenderla e lavare, poi basta asciugare. Bisogna usare questa miscela in piccole quantità e lavorando a poco a poco su piccole porzioni di pavimento.

Come si diceva, non è adatta per pavimenti in legno trattati ad olio, perché l’aceto ha un’azione sgrassante e il trattamento ad olio, essendo l’olio un grasso, verrebbe via e si rovinerebbe. Informatevi quindi sul che tipo di pavimento avete in casa prima di impiegare questa soluzione.

Se dopo averlo pulito lo si vuole lucidare con una cera del tutto naturale, si può preparare in casa in modo molto semplice una cera aromatizzata agli agrumi. Gli ingredienti per prepararla sono una tazza di olio di lino, un quarto di tazza di succo di limone, due cucchiai di cera d’api solida, sei gocce di olio essenziale di limone, due gocce di olio essenziale di arancia dolce.

Cera per lucidare

Il modo di preparazione del tutto naturale per preparare la cera per lucidare il pavimento consiste nel fondere a bagnomaria la cera d’api solida a scaglie mista all’olio di lino e al succo di limone, mescolando finché non si ottiene un miscuglio omogeneo. Poi bisogna togliere il composto dal fuoco e quindi aggiungervi gli oli essenziali al limone e all’arancia dolce. Il composto va poi versato in una bacinella di metallo o di latta e lasciato a raffreddarsi finché non si solidifica.

Quando è solido lo si può togliere dal contenitore e lo si può utilizzare sul pavimento strofinandolo contro il legno come un gessetto, passando poi sopra la superficie un panno bagnato nel succo di limone, perché il prodotto possa essere distribuito meglio e quindi il legno possa assorbirlo in modo migliore. Una volta finito si può lucidare la superficie del pavimento utilizzando un panno asciutto.

Nel corso dell’operazione appena descritta si consiglia di non esagerare con la quantità di cera, anche perché troppa renderebbe il pavimento scivoloso e sarebbe quindi un rischio per chi ci cammina sopra perché rischierebbe di scivolare, cadere e farsi male.

Il parquet è molto elegante come superficie con cui rivestire il pavimento della casa, perché è caldo e accogliente molto più delle solite piastrelle o superfici in marmo. Anche per camminare in casa a piedi nudi è sempre l’ideale per la sensazione piacevole al tatto che comunica alle piante dei piedi. Occhio però! Questo è tanto elegante quanto delicato, perciò bisogna avere una speciale accortezza quando lo si tratta, lo si pulisce o lo si lucida, ma anche semplicemente quando lo si utilizza ogni giorno.

Infatti è necessario mettere i gommini sotto le gambe delle sedie e dei tavoli per evitare che nello spostarli si possa graffiare, in più bisogna evitare lo strofinamento di ogni superficie acuminata o il trascinamento di oggetti pesanti sul pavimento. Sempre a causa della delicatezza del parquet, si evita in genere di utilizzarlo per rivestire i pavimenti del bagno e della cucina, perché si tratta di pavimenti che si sporcano molto e dove sgocciolano spesso detersivi che potrebbero corroderlo e renderlo opaco, oppure macchiarlo.

Prodotti da evitare

Il parquet è difficile da trattare e mantenere, perché subisce l’azione di elementi come la luce e l’umidità dell’ambiente, che potrebbero portare a cambiare il suo colore oppure a gonfiarsi o ritirarsi, cose che succedono anche con i mobili di legno. Quindi, bisogna assolutamente evitare di farlo entrare in contatto con determinate sostanze quali i liquidi e altre sostanze specifiche e corrosive come la candeggina, nonché l’olio, il latte, il vino, il caffè e tutte le bevande colorate che potrebbero macchiare il pavimento rendendone difficile la pulizia e la smacchiatura.

Ovviamente per pulire il pavimento bisogna utilizzare anche l’acqua, ma dosandola in piccole quantità per evitare che il legno possa assorbirla e gonfiarsi a bozzi, o risultare macchiato o con qualche alone. Prima ancora di iniziarlo a pulire dobbiamo capire di che tipo di pavimento in legno si tratta, perché ne esistono diverse tipologie e ognuna reagisce in modo particolare alle sostanze che utilizziamo per detergerla. A grandi linee si possono suddividere i tipi di parquet in laminato, cerato o verniciato. Il cerato si presenta opaco, mentre quello verniciato si presenta lucido.

Per mantenerlo in buone condizioni quanto più a lungo sia possibile, bisogna seguire alcune linee guida che valgono per ogni tipo di pavimento in legno, e sono essenziali per una buona tenuta nel tempo e un pavimento sempre elegante e accogliente.

Publicato: 2013-06-19Da: Redazione

Potrebbe interessarti

Sistema antifurto wireless in kit: come sceglierlo

La quasi totalità dei furti avviene quando in casa non c’è nessuno, e negli ultimi anni i furti nelle abitazioni sono aumentati, tanto che secondo alcune stime sono stati sottratti beni per circa 40 milioni di euro, praticamente un furto ogni  2  minuti. Per questo motivo può essere interessante dotarsi di un antifurto wireless in kit, un sistema che a basso costo può aiutarvi a rendere la vostra abitazione a prova di ladro.

2021-09-26Redazione

Antifurto per casa: come sceglierlo e installarlo

L’antifurto per la casa è un prodotto tecnologico che richiede grande cura per la sua scelta perché è ad esso che affidiamo la nostra tranquillità quando siamo in appartamento e soprattutto quando usciamo. Tra sistemi perimetrali, sensori volumetrici, tecnologie infrarosso, microonda e radio la scelta risulta spesso davvero complicata, ecco una guida che vi aiuterà a fare un pò di chiarezza.

2021-09-01Redazione
Migliori cover Samsung S9

Migliori cover per Samsung Galaxy S9

Quando si acquista uno smartphone del calibro del Samsung Galaxy S9 non si può semplicemente sperare di non graffiarlo o rovinarlo: diventa necessario acquistare una cover che funga da protezione ma che sia anche in grado di esaltare l’aspetto estetico e le funzionalità del telefono.

2018-05-24Redazione
Migliori cover iphone x

Migliori cover per iPhone X

L’iPhone X è l’ultimo modello nato in casa Apple. Dato il suo notevole costo si consiglia vivamente di utilizzare una cover che protegga lo smartphone preservandone al meglio l’integrità e la funzionalità. E di cover pensate e create appositamente per l’iPhone X ce ne sono davvero tante: vediamo quali sono le migliori.

2018-01-17Redazione