Camera da letto

Categoria: Archivio Casa
Tag:
Condividi:

Camera da letto

Armadio, letto, comodini ed abatjour. Questo è la più classica delle composizioni di camere da letto italiane. Il luogo più rilassante e confortevole dell’intera abitazione è oggetto di un’accurata ricerca. Colori, arredamento, tendaggi, materasso, rete, lampadario . tutto contribuisce alla creazione di un ambiente il più possibile confortevole.

Come risparmiare sull’arredamento

Riuscire ad acquistare una camera da letto adeguata alle nostre esigenze non è un’impresa facile. Al giorno d’oggi bisogna essere in grado d’adeguare il proprio gusto alle possibilità economiche. I problemi maggiori sono vissuti dalle coppie più giovani che molto spesso si ritrovano a dover acquistare l’arredamento intero della loro prima casa. Spesso si cerca di visitare il maggior numero di negozi possibile, aspettando l’offerta migliore. E capita anche talvolta d’incorrere nel dubbio di aver fatto o no la scelta giusta.

L’unica cosa certa è che l’acquisto del mobilio è un atto corposo ed importante per la quale bisogna prepararsi a spendere molti euro. Una soluzione alternativa può essere quella di acquistare mobili usati (non è raro che vengano venduti mobili in buono stato di conservazione. Talvolta possono essere venduti per cambio d’abitazione, di gusti, ecc.), un’altra quella di rivolgersi ad un grossista. Quest’ultima potrebbe davvero rivelarsi un’idea vincente, anche se ancora un po’ in disuso.

Spesso non si sa con certezza a chi rivolgersi, per risolvere ciò internet ed un approfondito sguardo agli elenchi telefonici possono risultare un’efficiente soluzione. Un grossista, evitando i costi extra che vengono aggiunti tra i vari passaggi dalla fabbrica sino alla vendita al dettaglio, riesce a vendere la merce a prezzi veramente competitivi. Se si ha la fortuna d’incontrare un grossista serio e competente, è possibile acquistare mobili (a parità di marca) risparmiando fino al 40%.

Quantificando più chiaramente vuol dire risparmiare circa 10 mila euro per l’arredamento dell’intera abitazione. Così facendo è possibile acquistare al prezzo di una camera da letto economica quella che avreste sempre sognato con tutti i confort. Ricchezza nei dettagli ed ampia possibilità di contrattazioni su vasta scala, questo è quanto molti grossisti potrebbero garantirvi. Sostanzialmente non tutte le promesse si concretizzano, ma il risparmio è oggettivo ed innegabile.

Scelte cromatiche ed illuminazione della camera da letto

Quando si arreda è importante anche tener conto del valore dei colori e dell’illuminazione. Scegliere questo o quel tono cromatico non è semplicemente un fattore dipendete dal gusto, bensì deve tener conto di una serie infinita di variabili che influiscono decisamente sul risultato finale. L’ambiente della camera da letto è uno di quelli in cui si passa più tempo. Si tratta di un ambiente nel quale ci si sistema principalmente per riposare, proprio a tal fine vanno tenuti in considerazione tutti gli elementi che possono contribuire a rendere tranquillizzante l’intera stanza.

I colori trasmettono sensazioni e, fatto non trascurabile, abbinati all’illuminazione riescono a cambiare completamente il volto della stanza. Se si vuole dare un senso di maggiore spaziosità alla camera da letto è importante prediligere colori chiari per la pitturazione delle pareti e i mobili. Effetti ottici particolari possono persino modificare la percezione che ricaviamo della forma della stanza. Dipingere le pareti di colori simili a coppie (quelle frontali le une alle altre) può favorire l’immagine rettangolare, anche se metricamente l’ambiente è quadrato.

Secondo lo stesso principio, anche il soffitto appare più basso con tonalità scure e più alto se tinteggiato con colori chiari. Se si considera che il bianco riflette la luce, si comprende a pieno perché le pareti di fronte alle finestre vanno preferibilmente affrescate con colori chiari. Progettisti ed architetti sfruttano spesso questi principi ottici che sono alla base stessa dello studio del design. Persino le tende contribuiscono pesantemente al risultato finale.

Spesso utilizzate per parare dal sole o separare l’ambiente chiuso e riparato dell’interno dalla strada, finiscono sovente per appesantire l’intera composizione. Ogni colore assume un particolare significato, ma quello che più di tutto si concilia all’ambiente di una camera da letto è il blu. Esso rappresenta il raccoglimento, la serenità. Proprio per questo è un colore che si adatta bene alle lenzuola e per nulla alle tovaglie, che invece andrebbero meglio di colore rosso o giallo per stimolare l’appetito.

Stile della camera da letto

Chiarire a se stessi i propri gusti è il primo passo da effettuare per l’acquisto di una camera da letto. Essa sarà la sede di buona parte della vita coniugale. Tornare a casa dopo una dura giornata lavorativa è sempre un bel momento, ma lo è ancor di più se a casa ti attende anche la comodità, un ambiente rilassante e confortevole. Camere da letto moderne, tradizionali, hi-tech, arte povera . insomma, si può scegliere tra talmente tanti stili che è quasi inevitabile incorrere in confusione. Il gusto di sicuro deve essere una guida chiara da sfruttare con destrezza.

La semplicità ripaga se si adatta bene alla struttura stessa dell’abitazione, al contrario un’eccessiva artificiosità può risultare pacchiana. Cercate sempre arredamento sobrio, una sorta di giusto mezzo, un compromesso tra gli estremi. O se vorrete rispecchiare il vostro carattere forte, deciso, estroso, cercate quanto meno di rimanere coerenti e di armonizzare la camera da letto con il resto dell’abitazione. Evitate eccessivi contrasti tra una stanza e l’altra, le differenze sono apprezzabili solo se non esagerate.

Pensate a ciò che possa farvi sentire a vostro agio, perché proprio lì tra quelle mura e quei mobili dovreste stare davvero bene, come in nessun altro punto della casa ( e in nessun altro posto). Innanzitutto è consigliabile pensare agli elementi essenziali. Il letto può essere con spalliera in ferro battuto, legno, stoffa, o materiali moderni. L’armadio, sempre spazioso fino ai limiti del possibile, può essere un punto luminoso per l’intera stanza.

Pannelli placcati e lucidi conferiscono luminosità alla stanza, lo stesso effetto è raggiungibile (anche se diversamente) con gli specchi. Per meglio riporre maglioni e magliette è preferibile un armadio con cassettiera incorporata. Evitate modelli con sportelli scorrevoli troppo ampi, potrebbero creare problemi di polvere sui capi. Insomma, oculate le scelte e coordinate gusto e buon senso!

Materassi classici o in lattice

I materassi tradizionali hanno al loro interno delle molle in ferro, avvolte da abbondanti riccioli di lana e /o cotone (lato invernale e lato estivo. Si tratta di materassi molto rigidi che non si adattano alle curve del corpo anzi, s’impongono proprio l’obbiettivo opposto. Fino a qualche hanno fa gli ortopedici ritenevano più salutari questo tipo di materassi, in virtù del fatto che un materasso più rigido doveva sostenere il corpo durante la notte e mantenerlo il più possibile dritto.

Il pensiero è ad oggi totalmente invertito, è pensiero comune che i materassi troppo rigidi favoriscano i dolori articolari e che i classici dolori mattutini (che talvolta rimangono un tormento per l’intera giornata) possono essere causati proprio dall’eccessiva rigidità. In contrapposizione alla tradizionale concezione di materasso è nato dunque quello in lattice. Inizialmente scelto solo da pochi giovani, dalle scelte più audaci ed innovative, si tratta ad oggi di un materasso d’uso comune. Non si può dire che sia in tutte le case, perché i tradizionalisti ci sono sempre, però di certo è innegabile la sua ampia diffusione.

Innanzi tutto va approfondita la sua conoscenza: il lattice è una fibra lattea ricavata dall’albero della gomma. Tale materiale viene trattato sino ad ottenere un particolare livello di malleabilità. I materassi con esso realizzati risultano particolarmente indicati per i soggetti allergici perché in esso trovano minori possibilità di annidamento gli acari della polvere. Ma il suo punto forse è di certo la capacità d’adattarsi alle forme naturali del corpo, proporzionandosi sotto il suo peso.

È stato dimostrato che l’uso di questo tipo di materassi può prevenire e curare lombo sciatalgie, ernie discali, artrosi, sciatiche, varicosi, cifosi, e tante altre fastidiose patologie. Insomma l’igiene è assicurato, la comodità pure . non resta altro che chiedersi, cosa sto aspettando a comprarne uno anche io?

Rete di ferro o doghe in legno

Ciò che chiaramente influisce più di ogni altra cosa sulla buona riuscita della camera da letto è la capacità di riconoscere la giusta combinazione di materasso e rete. La comodità, il relax, la possibilità di distendersi serenamente e di risvegliarsi il più possibile in buona salute è un fattore indispensabile. Per questo è importantissimo fare una scelta oculata e, se necessario, anche chiedendo consiglio all’ortopedico di fiducia. Scegliere tra rete classica e doghe in legno è un qualcosa da non sottovalutare tanto quanto la scelta del materasso.

Essere superficiale nell’acquisto è un errore della quale ci si rende conto molto presto non appena, dopo una notte d’inferno, ci si risveglia pieni zeppi di dolori . ed a quel punto pentirsi della scelta fatta è davvero un peccato, ci si rende conto di aver effettuato una spesa importante sbagliando. Le doghe ortopediche hanno la capacità di contribuire all’adattamento al corpo. Esse si spostano e si adeguano in base alle proprie esigenze, rispettando la naturale conformazione muscolare ed ossea del corpo.

Avviene spesso che si ritenga materasso e rete un acquisto da effettuare una volta nella vita, non c’è nulla di più sbagliato. Come qualsiasi altro oggetto materasso e rete incorrono in un inevitabile logoramento, graduale ma sicuro (indipendentemente dalla qualità del prodotto). Nel caso del materasso a molle, il logoramento è persino più veloce. Le molle al suo interno si deformano, ed i materiali si consumano. Per di più negli anni il materasso avrà raccolto una quantità indescrivibile di polvere, sedimentata nei più profondi interstizi.

Il logoramento non risparmia neanche i materassi in lattice che, seppur resistano meglio al tempo, incorrono in una comprensibile consumazione. È importante definire che i materassi in lattice vanno preferibilmente accostati a reti composte da doghe in legno vicine tra loro, mentre quelli classici richiedono doghe larghe e distanziate.

Risparmiare spazio

Questa è la tendenza degli ultimi anni, sfruttare al massimo ogni centimetro. Al principio furono ideate le scarpiere che potevano finire nascoste tra la porta ed muro, ad oggi ogni millimetro e prezioso e persino l’arredamento vistoso non è più apprezzato. Non si è ancora giunti al punto di vivere in piccole case da Barbie, ma da matriosche sì. Ogni oggetto ha senso solo se dentro di esso vi è spazio per metterne altre cento. Proprio per questa ragione gli armadi moderni vengono progettati in relazione alla capienza.

È essenziale che possano contenere piumoni e lenzuola, oltre che ovviamente gli abiti. Dimensioni limitate all’esterno, infiniti spazi all’interno. Il mercato a volte può risultare molto esigente. Di fatto le ultime ricerche stilistiche per l’arredamento si muovono necessariamente anche in questa direzione cercando di accalappiare tra i propri clienti tutti coloro che non godono di eccessivi spazi, e si tratta di un’ampia fetta del mercato.

In linea alle medesime necessità nascono i letti che, sollevando rete e materasso, celano un ampio spazio per riporre coperte, lenzuola, asciugamani o quel che si voglia. Persino un puff, di quelli ricoperti in cuscino, che sembrano sempre così inutili (troppo bassi per sedersi, troppo piccoli per riporci i vestiti) vengono rivalutati se consentono di salvare spazio. Ogni angolo ha più senso se al suo interno trovano collocazione quella serie infinita di oggetti più o meno utili della quale ci contorniamo. Una buona alternativa, anche per adattarsi ad armadi vecchi e non molto spaziosi, può essere quella d’affidarsi a dispositivi sottovuoto.

Trattasi di ampie buste in plastica nelle quali si possono agevolmente inserire gli scomodi piumoni (che in genere occupano mezzo armadio) o quel che si vuole, inserendo un qualsiasi aspirapolvere nell’apposito bocchettone, l’aria viene aspirata ed il tutto diminuisce a vista d’occhi di volume. La differenza è facile da riscontrare, l’armadio apparirà rinato.

Publicato: 2010-04-03Da: Redazione

Potrebbe interessarti

La scienza e l'arte delle creme corpo per le donne

Questo articolo approfondisce il mondo delle creme di bellezza per il corpo per le donne, esplorando metodi dermatologicamente testati, vantaggi, rischi potenziali e chiavi per comprendere le tendenze geografiche di utilizzo.

2024-06-26Redazione

L'ascesa delle creme di bellezza per il corpo maschile: vantaggi, rischi e innovazioni

Esplora il mondo in evoluzione delle creme di bellezza per il corpo maschile, descrivendo in dettaglio metodi, trattamenti dermatologicamente testati e le ultime innovazioni sul mercato. Comprendi le tendenze regionali e le migliori offerte disponibili.

2024-06-26Redazione

Esplorando il mondo delle creme di bellezza per il viso per le donne: vantaggi, rischi e ricerca emergente

Questo articolo approfondisce il regno sfaccettato delle creme di bellezza per il viso per le donne, esaminando metodi dermatologicamente testati, descrivendo dettagliatamente benefici e potenziali effetti collaterali ed esplorando nuove ricerche e tendenze di mercato.

2024-06-26Redazione

Svelare i segreti delle creme per il viso da uomo: vantaggi, svantaggi e ricerche emergenti

Scopri come le creme di bellezza per il viso per uomo stanno plasmando la moderna cura della pelle, i loro metodi dermatologicamente testati, i vantaggi e gli svantaggi, insieme a nuove e convincenti direzioni di ricerca.

2024-06-26Redazione