Abbigliamento donna

Categoria: Abbigliamento Archivio
Tag:
Condividi:

Il mondo dell’abbigliamento femminile è vasto e variegato. Ogni donna ha il suo stile, che è sempre diverso a seconda del carattere e della personalità di ognuna. Si potrebbe ben dire: “Dimmi come ti vesti e ti dirò chi sei”. Il modo in cui ci vestiamo, la scelta dei colori e l’abbinamento degli accessori può svelare molto di noi e del nostro rapportarci agli altri. Esploriamo insieme il mondo dell’abbigliamento per la donna, soffermandoci a trattare di esso gli aspetti più salienti.

Scegliere il proprio stile

La scelta degli abiti da indossare si basa su una serie di elementi, anche inconsci, che ci condizionano. Se per esempio siamo persone romantiche e sognatrici, poco pratiche, sceglieremo abiti ed accessori delicati, non eccessivamente colorati, stile retrò o vintage. Saremo attratte da pizzi e merletti, dai capi indossati dalle nonne,e dalla nostalgica moda anni ’70 (che è tornata in auge da qualche anno a questa parte).

Se invece siamo spiriti liberi, amanti dell’avventura e della vita piena di sorprese, sceglieremo un tipo di abbigliamento casual, oppure un misto tra casual e sportivo. Prediligeremo i pantaloni anziché le gonne, e queste ultime dovranno essere piuttosto lunghe, ma non assolutamente mini e provocanti. Più che altro oseremo con camicie dai colori e modelli sobri, ma con scollatura profonda, che esalti la nostra femminilità. Le donne che vestono in stile casual amano i pantaloni larghi, con tasconi laterali, anche di taglio maschile, a vita bassa.

Ora stanno tornando di moda quelli a vita più alta, di sicuro più adatti a chi è più rotondetta e deve nascondere la ciccia accumulata sui fianchi. E poi, attente ad indossare pantaloni e gonne a vita bassa, perché lasciano intravedere l’intimo, e la cosa non è molto piacevole. Nel’abbigliamento meglio puntare su capi semplici che lasciano intravedere, e non su capi che scoprono molto. Anche gli uomini sembrano apprezzare molto di più il gioco del “vedo e non vedo”.

Per donne sportive vanno benissimo i pantaloni stile tuta con culisse regolabile in vita e scarpe da ginnastica modaiole. Oggi l’abbigliamento sportivo è sempre più adatto anche per le scorazzate pomeridiane in città! Inoltre lo stile andrebbe scelto anche in base alla propria costituzione fisica. Se si è magre e con la pancia piatta, ok alle magliettine corte che lasciano scoperto l’ombelico. Altrimenti, le maxi- thirts (cui si può abbinare anche un cinturone), sono di moda e mimetizzano benissimo qualsiasi difetto!

Gonna o pantalone?

E’ il dilemma (piacevole) di ogni donna. Ci sono donne a cui le gonne piacciono tantissimo, le reputano un capo che esalta la femminilità, e si sentono a proprio agio indossandole. Non hanno problemi ad indossare vertiginose minigonne o sensuali longette, che mettono in evidenza le gambe e il corpo in generale. Poi ci sono altre donne che invece preferiscono i pantaloni, e che si sentono bene quando indossano capi pratici e sportivi. Ma senza rinunciare però alla propria femminilità! Ma vediamo nel dettaglio quali sono le tipologie fisiche che stanno meglio con la gonna o con il pantalone.

Le donne esili non hanno particolari problemi: stanno bene con minigonne e gonne più ampie, sportive ed eleganti. Anche le gonne da gitana sono molto carine e stanno bene quasi a tutte. Per indossare la minigonna è necessario avere una gamba affusolata, il polpaccio non molto sviluppato e la caviglia assolutamente sottile. Se questo non è, optate per modelli di gonne più svasate e che non siano troppo corte che vi mimetizzi questi difetti. Se siete rotondette, è meglio scegliere gonne non dritte e strette, ma che si allarghino sui fianchi per rendere la figura più snella.

Anche la scelta del colore è importante: se volete nascondere qualche difettuccio è da preferire il nero o i colori piuttosto scuri, come il marrone e il blue scuro. Il bianco o i colori accesi vanno bene d’estate, ma stanno meglio a chi è magra e longilinea. Ma per esempio, al lavoro è meglio la gonna o il pantalone? Di sicuro il pantalone è più pratico da indossare, ma un bel tailleur con giacca e gonna fa sempre il suo figurone.

Se non amate lo stile classico e tradizionale, pur indossando il tailleur potete giocare con gli accessori, ed il risultato sarà assicurato! La sera potete osare con gonne e tacchi vertiginosi. Modaiole e adatte a tutte le scarpe con la zeppa, sia chiuse che aperte.

La camicia

E’ di sicuro uno di quei pezzi che non può mancare mai nel guardaroba di una donna! Si abbina bene su tutto, su pantaloni e gonne, e ci sono modelli adatti a chiunque. Una camicia bianca, con il colletto piccolo e un po’ sfiancata è l’ideale sul jeans o su una gonna dal taglio regolare. Se poi volete qualcosa di più particolare, potete visitare il punto vendita ” Nara Camicie” (che si trova nelle maggiori città italiane, ed è un negozio in franchising).

Sul sito www.naracamicie.it c’è un buon assortimento di camicie ed una lista di negozi dove effettuare i vostri acquisti. Troverete camicie dai modelli classici, ma anche dai colori e tagli originalissimi. A seconda dei gusti, potete sceglierla a maniche lunghe, corte oppure a ¾. Alcuni documenti testimoniano la nascita di questo indumento nel 1800. La prima camicia è stata confezionata dalla ” Brown Davis & Co.” di Aldermanbury. La camicia in passato era rigorosamente bianca e abbottonata sul davanti.

Ma qual è il tessuto ideale per una camicia? Il cotone, sicuramente. Ma anche la seta fa il suo figurone. Da un po’ di tempo vanno molto di moda le camicie di seta colorate, adatte per occasioni particolarmente chic. Anche il lino è stato da sempre utilizzato per confezionare le camicie. Altri tessuti che troviamo sul mercato sono: il Popeline e l’Oxford, la cui commistione produce un cotone particolare, chiamato Pinpoint.

Poi c’è una stoffa molto costosa e pregiata, il cui nome è Sea Island. Quali sono gli elementi da considerare per fare un acquisto azzeccato? Quando entrate in camerino e provate la camicia, valutate il collo, i polsi e che sia morbida sul corpo. Poi scegliete il colore giusto per ogni abbinamento. Meglio i colori basic non troppo accesi, e le righe o i disegni geometrici vanno bene in estate.

Caro, amato jeans

Il tessuto jeans era conosciuto già nel Medioevo, ma solo più tardi, dal 1850 in poi, il jeans è stato considerato un vero e proprio capo di abbigliamento. Nel 1920 il jeans cominciò ad essere indossato durante il tempo libero, in precedenza erano operai e scaricatori di porto ad usarli. Il jeans è un capo che non manca mai nell’armadio di chiunque. Le donne, poi, hanno una vasta scelta di modelli da poter indossare. I jeans a vita bassa sono adatti per lo più alle ragazzine, ma poco pratici per le donne. I jeans a vita alta sono adatti a qualsiasi costituzione fisica.

I jeans a zampa di elefante si allargano nella parte inferiore, mentre in genere sono parecchio stretti in vita. Poi ci sono i jeans a tre quarti, che arrivano fino sotto al ginocchio. Ideali per chi ha la caviglia sottile, provate ad indossarli con scarpe alte o con zeppe. Poi ci sono anche gli shorts di jeans, cortissimi e adatti per le sere d’estate. La salopette in jeans è carina, e adatta alle più giovani. Il jeans può anche essere nero, con disegni in pizzo o con strass sulle tasche davanti o sul retro.

I jeans “gioiello” di Dolce & Gabbana rappresentano la prova di come si possa coniugare la praticità e l’eleganza in un solo capo! Anche altri stilisti hanno fatto diventare il jeans un vero e proprio “must” nelle loro sfilate. Se dovete acquistare un jeans, badate che non sia così stretto da costringere le gambe. Questa è la causa principale della cellulite per la maggior parte delle donne! I jeans troppo stretti non sono più sexy di altri, e per di più creano fastidiose conseguenze.

Meglio scegliere un modello meno attillato, che valorizzi le forme senza costrizioni. Alcune marche, come Miss Sixty e Monella Vagabonda, sono particolarmente ricercate dalle ragazzine perché rispecchiano i loro gusti e le ultimissime tendenze della moda.

T-shirts, canotte e top

In estate l’abbigliamento femminile pullula di una miriade di capi leggerissimi e colorati. C’è davvero l’imbarazzo della scelta tra top scollati, t-shirts, canotte più o meno sportive. Ovviamente bisogna scegliere tenendo conto del proprio fisico. I top scollati sono adatti alle donne che non hanno un seno prosperoso, a meno che non si voglia attirare su di sé gli sguardi maschili, e rischiare di apparire volgari. Se si hanno forme generose, meglio optare per una canotta con bretelle sottili. La t-shirt è un capo che va bene a tutte le età, può essere corta, più lunga, colorata, con stampe vivaci o più sobrie. La scelta dei colori è determinante.

Approfittando della stagione estiva, si può optare per fantasie anche accese. Se siamo abituate a vestire in maniera più classica, possiamo smorzare l’effetto “multicolor” con una gonna o un pantalone più scuri. La canotta può avere anche una scollatura a “V” o a barca. Provate entrambe, e sperimentate quale vi sta meglio. Un consiglio: se avete preso una bella tintarella, approfittatene per indossare capi sul giallo, arancio, marrone, verde acido. Quest’ultimo è un colore (insieme al viola) che sta andando di moda negli ultimi tempi.

Attenzione a coordinare i colori dei capi di abbigliamento ai propri (capelli, occhi, carnagione). Indossare un capo anche costoso senza armonizzarlo con tutto il resto è perfettamente inutile, e otterremo un effetto poco piacevole. La bella stagione ci invita ad indossare capi con tessuti leggeri e traspiranti. Evitate tessuti sintetici e la lycra, che possono creare fastidi alla pelle, evitando che traspiri. Scegliete preferibilmente il cotone, anche leggermente elasticizzato.

Attenzione a non comprimere il corpo, d’estate si ha più bisogno di aria. Vi consiglio di acquistare abiti prodotti con tessuti ecologici, se non trovate punti vendita vicini a voi, potete trovare qualche sito Internet che effettui vendita di tali capi di abbigliamento.

Siti per gli acquisti on-line

Siete brave a fare acquisti utilizzando Internet? Vi segnalo qualche sito interessante nel quale potete trovare capi di abbigliamento originali e non tanto costosi. Riguardo all’abbigliamento ecologico, visitate il sito www.cercanatura.it . Qui potete trovare sia prodotti naturali, sia capi di abbigliamento ecologico. Vi segnalo inoltre www.risparmiate.it, una selezione di siti di vendita abbigliamento ed accessori on-line. Il motore di ricerca dell’abbigliamento “made in Italy” si chiama www.abbigliamento.it , e segnala le marche italiane più conosciute. Se invece siete già iscritte su “Ebay”, avrete già consultato la sezione “Abbigliamento”.

Fatelo periodicamente, e non vi mancherà di trovare offerte ed occasioni da prendere al volo! Interessante anche il sito www.modafirme.com, nel quale potete trovare molte firme italiane e non, alcune conosciute, altre meno. Il consiglio è di valutare bene una serie di elementi prima di procedere all’acquisto, tra cui l’attendibilità e la visibilità del sito. Se preferite, scegliete la modalità di pagamento in contrassegno (cioè al momento della consegna). Valutate bene la misura da richiedere, in modo che poi non dobbiate procedere a cambiare il capo comprato.

I siti che vendono abbigliamento sono davvero tantissimi, ma è bene operare una selezione di quelli più affidabili per evitare spiacevoli conseguenze. Presenti sul web anche alcune aziende tessili che producono capi di abbigliamento artigianali, i cui prezzi in genere sono abbastanza competitivi. Per un target giovane, alla ricerca di capi originali, c’è il sito www.and.it .

Visitate il catalogo delle collezioni on-line, o cercate il punto vendita più vicino a voi. Un ulteriore consiglio: per risparmiare senza rinunciare all’originalità potete visitare i mercatini dell’abbigliamento usato. Qui le persone appassionate di vintage possono davvero sfiziarsi alla ricerca di capi originali e unici! La moda dell’usato è abbastanza seguita tra i giovani e meno giovani. Oltre tutto, la ricerca nei mercatini è molto divertente! Allora buon acquisto!

Publicato: 2010-04-03Da: Redazione

Potrebbe interessarti

migliori maglie termiche

Migliori maglie termiche

Le maglie termiche sono un indumento da indossare sotto ai vestiti, a diretto contatto con la pelle, per mantenere il corpo ad una temperatura ideale. Sono l’indumento ideale per tutti coloro che trascorrono gran parte della giornata all’aperto o vivono in zone particolarmente fredde. Solitamente, le maglie termiche sono utilizzate dagli sportivi che praticano attività sportiva all’aperto. Basta pensare a che pratica lo scii o altri sport sulla neve, ma anche calciatori, ciclisti, ecc. Leggi la nostra guida per conoscere le migliori maglie termiche presenti in commercio.

2017-11-17Redazione
Migliori siti web dove acquistare scarpe

Migliori negozi di scarpe online

Oggi l’acquisto online è un mercato in forte espansione e il settore delle scarpe è quello che va per la maggiore. Su internet sono presenti un gran numero di siti che mettono a disposizione modelli di scarpe più esclusivi a prezzi competitivi ma è importante prestare attenzione poiché si corre spesso il rischio di essere truffati. Quindi se decidiamo di acquistar online un paio di scarpe è preferibile optare per un portale fidato e con un ottimo servizio di reso. Ecco i cinque migliori negozi di scarpe online.

2016-10-17Redazione

Idee costumi di Carnevale per bambini

Ogni anno i bambini vogliono festeggiare il Carnevale travestendosi nei più svariati personaggi dei cartoni animati, dei fumetti o dei loro libri preferiti. Per loro è un sogno che si avvera, per i genitori a volte può essere difficile soddisfare i desideri dei figli e aiutarli nella scelta del loro costume. Leggi la guida per avere utili idee su come scegliere il costume da carnevale per il proprio bambino.

2016-01-20Redazione

Abbigliamento da jogging

È universalmente riconosciuto che l’attività fisica fa bene al corpo e alla mente, ci aiuta a mantenerci sani e a eliminare le sostanze negative che altrimenti si accumulerebbero nel nostro corpo. Tra le attività, la più semplice, naturale ed economica per tutti è sicuramente la corsa leggera. Vediamo quindi qual è l’abbigliamento da jogging più adatto.

2013-06-02Redazione